Prefettura Caltanissetta, riunione osservatorio Provinciale permanente per il monitoraggio degli incidenti stradali

Prefettura Caltanissetta, riunione osservatorio Provinciale permanente per il monitoraggio degli incidenti stradali

Nell’ambito delle indicazioni ministeriali sulla necessità di definire incisive strategie per la prevenzione e la repressione del fenomeno infortunistico stradale, si è riunito in Prefettura, nella mattinata odierna, l’Osservatorio Provinciale permanente per il monitoraggio degli incidenti, quale utile strumento di analisi e valutazione della problematica e sede privilegiata per la pianificazione delle relative misure di contrasto.
All’incontro hanno partecipato rappresentanti del Libero Consorzio Comunale, del Comune di Caltanissetta, delle Forze dell’Ordine, della Polizia Stradale, delle Polizie locali, dell’ANAS, della Motorizzazione Civile, dell’ACI e dell’ASP.
In apertura di riunione, è stata richiamata l’attenzione sulla necessità della costante sinergia inter istituzionale nella definizione degli interventi a tutela della sicurezza stradale.
Dall’analisi dei dati acquisiti dalla Prefettura sull’incidentalità riferita all’anno 2018 è emerso che la principale causa dei sinistri stradali occorsi nelle strade urbane è riconducibile alla violazione delle norme del Codice della Strada sull’obbligo di precedenza, all’inosservanza delle distanze di sicurezza nonché a condotte distratte nella guida.
Nel territorio della Provincia, nel corso del 2018, sono stati complessivamente rilevati nr. 885 incidenti stradali, di cui 12 con esito mortale e 563 con feriti (tra cui nr. 51 con feriti gravi).
Con riguardo agli incidenti rilevati con le Forze di Polizia statali sulle strade extraurbane, si confermano, tra le cause principali, l’eccesso di velocità, la distrazione e la guida sotto l’influenza di alcool.
In quest’ambito è stata ribadita la necessità di assicurare il corretto impiego dei sistemi di rilevazione della velocità, unitamente alla valutazione della possibilità di prevedere l’installazione di adeguati strumenti di dissuasione in alcune arterie connotate da una particolare pericolosità per la rispettiva conformazione strutturale e per gli elevati tassi di incidentalità sulle stesse registrati, anche con esiti mortali, nel corso dell’ultimo triennio.
I rappresentanti della Polizia Stradale e i comandanti della Polizia Municipale di Caltanissetta e Gela hanno sottolineato la fondamentale valenza, nella crescita della cultura dell’educazione stradale, delle campagne di informazione e sensibilizzazione sulla tematica, mettendo in luce le rilevanti iniziative sviluppate in materia di formazione e promozione dei comportamenti di guida prudente.
Analoghe iniziative sono state attivate dall’ACI e dall’ASP nelle scuole di tutti gli ordini e gradi.
In relazione a quanto sopra, l’Osservatorio ha disposto di conferire ulteriore impulso alle suddette iniziative attraverso la programmazione congiunta di progetti educativi rivolti prevalentemente ai giovani studenti. La Prefettura sensibilizzerà il competente Ambito Territoriale dell’Ufficio Scolastico Regionale per calendarizzare, nel prossimo anno, incontri mirati presso le scuole di ogni ordine e grado.