Impianti Sciistici. Barbagallo, PD:”Dotare Sicilia di norme per riqualificare e valorizzare strutture”

Impianti Sciistici. Barbagallo, PD:”Dotare Sicilia di norme per riqualificare e valorizzare strutture”

E’ giunto il momento che anche la Sicilia si doti di una legge che disciplini la gestione degli impianti sciistici, valorizzando gli sport invernali da discesa e da fondo e le strutture , non solo impiantistiche ma anche ricettive, che gravitano attorno ad un settore nevralgico per l’economia turistica. Il Partito democratico in questo senso fornirà tutto l’apporto necessario”. Lo dichiara il deputato e segretario regionale del Partito Democratico siciliano, Anthony Barbagallo, in vista dell’avvio della discussione – domani in commissione Ambiente all’ARS – del disegno di legge che riguarda le “norme in materia di sicurezza nella pratica degli sport invernali da discesa e da fondo” e quelle “in materia di aree sciabili e di sviluppo montano”.

   “E’ una norma attesa da anni – afferma Barbagallo – e su cui intendiamo intervenire concretamente. E’ chiaro che il Governo regionale non deve nascondersi dietro alle solite ambiguità e dica quindi come e con quali e quanti risorse – prosegue – intenda coprire le spese per la riqualificazione degli impianti e la realizzazione e l’ammodernamento delle strutture ricettive”.

   Il ddl infatti permetterà di gestire un settore nevralgico con una migliore programmazione dell’offerta turistica montana, attraverso la tutela del territorio, la riqualificazione delle aree sciabili e la sicurezza delle piste sciabili.

   “E’ indispensabile pensare all’ammodernamento di alcune strutture come il Grande Albergo dell’Etna – aggiunge – e il villaggio Mare Neve o la ricostruzione di quelle di Piano Provenzana, sempre sull’Etna, distrutte dall’ultimo terremoto e di proprietà del comune di Linguaglossa. Fondamentale inoltre garantire il gestore unico degli impianti a Piano Provenzana”.

   Il PD ritiene che tutto questo vada accompagnato da misure economiche, agevolazioni fiscali e di sostegno a valere sui fondi europei, auspicando “una ampia condivisione – conclude Barbagallo – da parte di tutte le forze parlamentari”.