Canicattì: Provvedimenti a favore delle imprese e dei soggetti che esercitano commercio su aree pubbliche

Canicattì: Provvedimenti a favore delle imprese e dei soggetti che esercitano commercio su aree pubbliche

Stato di crisi economica sempre più pesante per il perdurare della situazione emergenziale causata dalla pandemia di Covid 19 che continua a generare estrema sofferenza nel settore delle attività produttive locali.

È per questo che l’Amministrazione Comunale di Canicattì ha disposto, con D.G.M. n.54/2021, il differimento al 30 giugno c.a. delle agevolazioni relative al canone patrimoniale unico (art.1 legge 160/2019 commi 816-836), nonché l’occupazione di nuovi spazi sull’area pubblica in prossimità del relativo esercizio o l’ampliamento dell’area pubblica precedentemente concessa al fine di recuperare la parte di capienza persa all’interno dell’esercizio causa restrizioni Covid.

Le occupazioni che verranno rilasciate e quelle che saranno prorogate fino al 30 giugno 2021 sono pertanto esonerate dal pagamento del canone patrimoniale di concessione e autorizzazione o esposizione pubblicitaria.

I soggetti interessati sono ristoranti, trattorie, tavole calde, pizzerie, birrerie e simili, bar, caffè, gelaterie, pasticcerie, gastronomie e simili, esercizi in cui la somministrazione di alimenti e bevande viene effettuata congiuntamente ad attività di trattenimento e svago, sale da gioco, locali notturni ed esercizi similari, esercizi nei quali è esclusa la somministrazione di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione.

L’agevolazione sarà attribuita solo a coloro che sono in regola con i pagamenti per gli anni precedenti, fatta salva l’eventuale presentazione di un piano di rientro concordato ed approvato dal settore Tributi da attivarsi solo previo versamento anticipato di una somma pari alla prima rata del piano concordato.

“Comprendiamo e condividiamo le difficoltà degli esercenti, pesantemente colpiti dalla pandemia e, adesso, dalle restrizioni causate dalla zona rossa. Nessuno avrebbe potuto immaginare un così lungo perdurare dell’emergenza che ha ridotto allo stato di necessità interi nuclei familiari. Auspichiamo che con l’ampliamento della campagna di vaccinazione e il rispetto delle regole si possa riprendere in sicurezza le proprie attività e tornare presto alla tanta desiderata normalità”. Il sindaco Ettore Di Ventura.