Voli, treni e bus tutti pieni tra il 14 e il 20 dicembre. Nuovo esodo verso il sud Italia

Voli, treni e bus tutti pieni tra il 14 e il 20 dicembre. Nuovo esodo verso il sud Italia

Nuovo esodo verso il sud Italia. Treni, bus e voli già prenotati e pieni. Parola d’ordine anticipare. Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana lancia l’allarme: il 19 e il 20 dicembre bisogna controllare stazioni e aeroporto: si rischia un esodo come quello tra il 7 e l’8 marzo. Alitalia ha visto schizzare le prenotazioni del 50% tra il 14 e il 20 dicembre. Tutti i biglietti, tra treni e bus, del weekend del 18 dicembre sono già esauriti. L’assalto agli acquisti era cominciato già il 2 dicembre, alla vigilia del varo del nuovo decreto. I treni ad alta velocità, ma anche i bus da viaggio, come Flixbus, hanno registrato il tutto esaurito in direzione nord-sud, durante il periodo di tutte le festività natalizie. Posti esauriti o in via di esaurimento sabato 19 dicembre sulla maggior parte delle Freccerosse di Trenitalia sulla tratta Milano-Napoli o Milano-Bari.  A partire dal 21 dicembre (con il divieto di spostamento tra regioni) sono previsti posti di blocco in autostrada e controlli in stazioni e aeroporti, con verifiche a campione e poi più serrate nei giorni di festa e nei weekend. L’annuncio dato dal premier Giuseppe Conte che saranno vietati gli spostamenti tra regioni diverse a partire dal 21 dicembre per evitare gli assembramenti familiari di Natale ha scatenato il panico in migliaia di famiglie che avevano deciso di riunirsi e quindi c’è stata una corsa alle prenotazioni. Un dato preoccupante, se si considera che proprio nelle feste di Natale si rischia di perdere l’effetto delle chiusure e della suddivisione in zone, che ha fatto scendere l’Rt nazionale con il pericolo che a gennaio ci ritroveremo a combattere con una terza ondata e con lo spettro di un nuovo lockdown generale.