Violano gli obblighi, due arresti dei Carabinieri

Violano gli obblighi, due  arresti dei Carabinieri

I Carabinieri della Sezione Radiomobile del Reparto Territoriale di Gela e della Compagnia di Intervento operativo del Battaglione “Sicilia” hanno tratto in arresto in flagranza due persone in due distinte circostanze nella giornata di sabato 19 settembre. In mattinata i militari della C.I.O., hanno sorpreso LIPAROTI Nicola, 39 anni, pregiudicato e sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, alla guida di uno scooter in compagnia di un’altra persona, mentre percorreva via Venezia a Gela. LIPAROTI è stato quindi accompagnato in caserma, ove è stato dichiarato in arresto per “guida senza patente” e “violazione degli obblighi della Sorveglianza Speciale di pubblica sicurezza” (anche perché nei mesi precedenti era stato notato e controllato in compagnia di altri pregiudicati del luogo) , mentre il ciclomotore è stato sottoposto a sequestro amministrativo per sprovvisto di copertura assicurativa. Il LIPAROTI è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. In serata, invece, i Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno arrestato in flagranza per “evasione” dalla misura degli arresti domiciliari KHALIFA Kmaies, 26 anni, cittadino tunisino, residente a Gela. Intorno, alle ore 22,00, i militari lo hanno sorpreso all’angolo tra via Sofrone e via Umbria, a circa 150 metri di distanza dalla sua abitazione. All’atto del controllo dei Carabinieri il KHALIFA ha detto di aver avuto poco prima una lite con un familiare convivente. Il KHALIFA è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo che sarà celebrato nella giornata di oggi.