Ventenne uccisa a coltellate in auto dopo denuncia per stalking. Lascia una bambina di 4 anni. Il giovane fermato a Milano

Ventenne uccisa a coltellate in auto dopo denuncia per stalking. Lascia una bambina di 4 anni. Il giovane fermato a Milano

Una ventenne, Giordana Di Stefano, mamma di una bambina di quattro anni e mezzo, è stata uccisa con diversi colpi di arma da taglio nella sua auto, a Nicolosi, nel Catanese. Negli anni scorsi la giovane aveva denunciato episodi di stalking, da parte del suo ex convivente. Il suo cadavere è stato ritrovato nell’Audi A2 di proprietà della ragazza, in via Monte Peluso. Indagini sono in corso per accertare eventuali collegamenti con l’omicidio. Sul posto carabinieri della compagnia di Paternò e del comando provinciale di Catania. Adesso a Nicolosi è caccia all’uomo, gli inquirenti al momento puntano dritti verso il ventiquattrenne di Nicolosi ex della vittima che era stato denunciato dalla ragazza. Giordana Di Stefano aveva 20 anni e cinque anni fa era rimasta incinta. Per questa ragione aveva lasciato la scuola, anche per dedicarsi alla figlia che ha da poco compiuto quattro anni. Nel tempo libero frequentava corsi di danza classica e spagnola. Con il padre di sua figlia non ha mai avuto un buon rapporto: i due si erano speso lasciati per poi riprendere il loro rapporto. Il giovane era stato denunciato dalla ragazza per stalking perché non avrebbe accettato altre relazioni sentimentali della ragazza nel periodo in cui non stavano insieme.
La denuncia per stalking era stata presentata dalla vittima il 3 ottobre del 2013, ma da quell’episodio non erano seguite altre segnalazioni.
Nell’esposto la 20/enne segnalava di avere ricevuto messaggi assillanti e subire degli appostamenti. Da allora però nessuna altra denuncia. Il procedimento è stato incardinato ugualmente dalla Procura di Catania che ha chiesto il rinvio a giudizio dell’imputato. La prima udienza si sarebbe dovuta tenere stamattina ma è stata rinviata perché il legale dell’imputato ha chiesto il ricorso a riti alternativi ipotizzando anche una bonaria risoluzione. Il giovane è stato fermato a Milano