Usura, fermati due cinquantenni a Caltanissetta

Usura, fermati due cinquantenni a Caltanissetta

CALTANISSETTA – La polizia ha tratto in arresto Angelo Collodoro e Ireneo Francesco Conzagara, cinquantenni, nell’ambito dell’operazione "Barbarossa". Entrambi sono stati raggiunti da un’ordinanza applicativa di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale Francesco Lauricella, su richiesta del Pubblico ministero Sofia Scapellato. Contestata ai due arrestati la reiterazione di diversi episodi di usura, in tempi diversi, nel 2012, ai danni di un piccolo imprenditore edile, un noto dentista e altre persone. Le vittime sarebbero state costrette a pagare pesanti interessi, con tassi varianti dal 240 al 1.413%. E sarebbero state minacciate anche di morte qualora non avessero onorato il debito, subendo mortificazioni in caso di ritardo nei pagamenti delle rate, a cadenze mensili, a volte settimanali. Indagini scaturite da una denuncia, presentata nell’ottobre del 2012 da una delle presunte vittime, dopo che quest’ultima aveva chiesto invano l’accesso al credito al circuito legale delle banche. La stessa persona avrebbe pagato non solo in denaro contante, anche con prestazioni lavorative. Dalle indagini è emerso una sorta di sistema denominato del "Castelletto", con l’aumento esponenziale degli interessi. Conzagara avrebbe investito nello strozzinaggio anche i ratei della pensione del fratello, che avrebbe fatto confluire nel suo conto corrente.  

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *