Torna la Pastasciutta Antifascista organizzata dall’ANPI. Il 2 agosto appuntamento a San Cataldo

Torna la Pastasciutta Antifascista organizzata dall’ANPI. Il 2 agosto appuntamento a San Cataldo

Anche quest’anno in tutta Italia, l’ANPI, Associazione Nazionale Partigiani d’Italia organizza l’iniziativa “Pastasciutta Antifascista”, a 78 anni dall’anniversario della caduta del fascismo – avvenuta il 25 luglio 1943 grazie alla destituzione e all’arresto del criminale Benito Mussolini. Questa bella tradizione è legata ad un’ invenzione della famiglia Cervi che decise di festeggiare pubblicamente l’evento: si procurò la farina, prese a credito burro e formaggio e preparò chili di pasta. Una volta che questa fu pronta, caricò un carro e la portò in piazza a Campegine (RE) per la gente del paese. E fu festa. “Il più bel funerale del fascismo” si legge sul manifesto dell’evento. Sono le parole di Alcide Cervi, antifascista e padre dei sette fratelli che presero parte alla Resistenza dell’Appennino emiliano fino alla fucilazione da parte dei nazifascisti del 28 dicembre del ’43. Una storia, quella della famiglia, custodita dall’Istituto Cervi e rievocata attraverso l’iniziativa organizzata dall’Anpi in tutta la penisola.

Anche a San Cataldo lunedì 2 Agosto alle ore 20:00 si svolgerà l’iniziativa, presso il Bar Lupo in corso Vittorio Emanuele 81, organizzata dal Comitato Provinciale ANPI di Caltanissetta, dalle sezioni “Sandro Pertini” di San Cataldo e ”Gino Cortese” di Caltanissetta e con la collaborazione dell’associazione Attivarcinsieme aps. Nel corso dell’evento sarà possibile aderire alle campagne nazionali di tesseramento dell’ANPI, dell’ARCI e di Libera.

La prenotazione è obbligatoria, per garantire il rispetto delle norme anticovid, e si può effettuare tramite email all’indirizzo anpicaltanissetta@gmail.com o telefonicamente al 348 405 5942.

“L’obiettivo di eventi come questi è quello di mantenere custodita la memoria e allo stesso tempo lanciare un monito alle Istituzioni affinché compiano pienamente il loro dovere antifascista dettato dalla Costituzione della Repubblica, contrastando le sempre più crescenti attività neofasciste e razziste, presenti anche sul nostro territorio” sottolinea Peppe Cammarata – Presidente del Comitato Provinciale ANPI di Caltanissetta.

“Fatti recenti attestano che i valori della nostra Repubblica, figlia della Resistenza, non sempre vengono onorati e addirittura ci si ritrova con figure dichiaratamente fasciste promosse a rilevanti incarichi di Stato” – aggiunge la Presidentessa della sezione del capoluogo, Claudia Cammarata con un chiaro riferimento alla nomina di Mario Vattani, promossa dal governo Draghi, come ambasciatore italiano a Singapore. Una delle tante battaglie che l’associazione partigiana a livello nazionale sta portando avanti affinché si raggiunga la rimozione del soggetto dall’incarico.