Tiene in ostaggio il figlio, puntadogli un coltello, arrestato rumeno a Gela

Tiene in ostaggio il figlio, puntadogli un coltello, arrestato rumeno a Gela

GELA – Nella serata di ieri, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Gela traevano in arresto un cittadino rumeno, 51 anni, per sequestro di persona, maltrattamenti in famiglia, minacce gravi, commessi in danno del figlio di appena due anni. Ore di panico a Gela in un’abitazione nei pressi della via Crispi dove l’uomo, ubriaco, si era barricato tenendo in ostaggio il figlio minore e, dopo essersi affacciato al balcone, minacciava di uccidere con un  coltello dalla lama di 20 centimetri puntato alla gola il bimbo qualora i militari fossero entrati in casa. Dopo circa 4 ore di mediazione, l’uomo desisteva permettendo l’accesso all’interno dell’abitazione ai militari operanti che davano il primo soccorso al minore. Sequestrato il coltello utilizzato, il protagonista è stato tratto in arresto e tradotto presso la casa circondariale di Gela.

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *