Tentata frode informatica a banche e società, 27 arresti

Tentata frode informatica a banche e società, 27 arresti

PALERMO – Avrebbero tentato di sottrarre 40 milioni di euro dai conti del Monte dei Paschi, attraverso l’accesso abusivo al sistema informatico e telematico del gruppo bancario. E’ quanto emerge da un’inchiesta della Procura di Palermo. Attenzioni puntate su presunte truffe a banche e società finanziarie che oggi ha portato all’arresto di 27 persone. Dopo la sottrazione, il denaro sarebbe stato trasferito in un conto corrente estero per approdare poi in "paradisi" fiscali oltre l’Oceano. In carcere sono finiti Lorenzo Romano, consulente finanziario per le imprese; Dario Dumas, perito assicurativo; Eustachio Fontana, imprenditore; Francesco Spataro, bancario. Ai domiciliari Giuseppe Spataro, disoccupato; Calogero Marino, consulente finanziario; Francesco Scimone, mediatore immobiliare; Natale D’Amico, titolare di agenzie immobiliari; Antonio Atria, avvocato; Francesco Ilari, ispettore di polizia in pensione; Giuseppe Andrea Mandalà, consulente assicurativo; Gioacchino Balistreri, consulente del lavoro; Giorgio Stassi; Alessandro Aiello; Giuseppe Burrafato, commerciante; Fabrizio Spoto, programmatore informatico; Antonio Alagna, imprenditore; Paolo Porisiensi, consulente finanziario; Robert Da Ponte, banchiere; Nicola Stagi, imprenditore; GiovanniPerrone, imprenditore edile; Eros Sivieri, imprenditore; Germano Zanrosso, imprenditore; Alessandro Feo, consulente finanziario; Francesco Sances, commerciante; Matteo Licari, commerciante.

Leave a comment

Rispondi