Tavolo Unico di Regia per lo Sviluppo e la Legalità:"Carenza di uomini e mezzi"

[embed_video id=36302]Pretendere dalla Regione i 50 milioni di euro stanziati dal Cipe per la Zona Franca per la Legalità. È quanto ha chiesto il sindaco di Gela, Domenico Messinese, alla sua prima riunione al Tavolo Unico di Regia per lo Sviluppo e la Legalità della Provincia di Caltanissetta dopo la sua elezione alle ultime amministrative. I fondi attendevano di essere erogati con le linee guida del progetto, ormai emanate dall’ex assessore regionale Linda Vancheri. Adesso, il Tavolo Unico, presieduto da Salvatore Pasqualetto, chiederà di incontrare il Governatore Rosario Crocetta e l’assessore Mariella Lo Bello. Il sindaco di Gela ha già anticipato la questione al capo della segreteria di Lo Bello, Mariagrazia
Brandara, nel corso di un colloquio telefonico. Il Tavolo Unico di Regia per lo Sviluppo e la Legalità inoltre ha posto l’attenzione sulla carenza d’organico delle forze dell’ordine a Mazzarino e Gela,
due centri chiamati rispettivamente a fronteggiare l’esodo di richiedenti asilo e i raid criminali alla zona industriale. Messinese ha denunciato un forte deficit di uomini e mezzi, mentre Pasqualetto informerà del caso il prefetto di Caltanissetta ed il comandante provinciale dei Carabinieri.
L’organismo riunitosi ieri pomeriggio nella sede della Camera di Commercio di Caltanissetta è composto dallo stesso ente camerale, dalla Provincia, dalla Regione, dal Comune capoluogo e di Gela appunto, dal Cefpas, e dalle associazioni di categoria. Per l’amministrazione gelese era presente anche
l’assessore comunale Fabrizio Morello.