Tao Awards, sabato premio al filmaker Luca Vullo

Tao Awards, sabato premio al filmaker Luca Vullo

Un volto nisseno sotto i riflettori di Tao Awards di TaoModa, la rassegna internazionale di moda, design, arte e cultura che da tre edizioni si tiene a Taormina (Messina). Sarà il filmaker nisseno Luca Vullo a ricevere il premio “Comunicazione della Cultura Italiana all’estero” in occasione della serata di gala che si svolgerà il 23 luglio al Teatro Antico presentata dal direttore artistico della kermesse Agata Patrizia Saccone.

Luca Vullo, sta portando avanti da una decina d’anni, un suo percorso di ricerca filmografica che ha alla base una lettura attenta e mai pedante di costumi e di processi antropologici. Partendo dalla descrizione della città di Caltanissetta e dei suoi cittadini (Cumu veni si cunta, 2003), sino ad affrontare un momento storico di passaggio e trasformazione stimolato dal Patto italo-belga del 1946 (Dallo zolfo al carbone, 2008), senza dimenticare la documentazione – ricca di intensità e speranza – di testimonianze delle tragedie della malattia dell’Alzheimer (AttraversaMenti, 2012) e il codice semiotico della gestualità siciliana (La voce del corpo, 2012).

L’Assessore alla Creatività e Cultura, Marina Castiglione, nel complimentarsi con la straordinaria carriera di Luca Vullo, oggi distributore delle sue stesse opere grazie alla casa di produzione cinematografica Ondemotive e ambasciatore in tutto il mondo e soprattutto presso il mondo accademico della creatività nissena, rileva la grande sensibilità nel trasformare storie, gesti e parole di provincia in metafora di una società globale che cerca se stessa senza sconfessare le origini. Nei prossimi mesi, da Los Angeles a Cambridge, Luca porterà in giro per il mondo un’altra pagina delle nuove speranze dei giovani, con il cine-documentario Influx (2016), ispirato all’immigrazione italiana in Inghilterra.