“Tantu scrusciu ppi nenti”. Antonio Venturino

“Tantu scrusciu ppi nenti”. Antonio Venturino

<strong>  Palermo 14 Gennaio 2014</strong>- “Il Movimento 5 Stelle ancora una volta getta fumo negli occhi facendo disinformazione. Non capisco se lo fanno artatamente o se davvero non sanno leggere i numeri”. Così il componente del consiglio di presidenza Antonio Venturino commenta la notizia stampa diffusa pochi minuti fa dal capogruppo del Movimento 5 Stelle Giancarlo Cancelleri che parla di <em>nuove indennità ai capigruppo</em>. “Prima dell’entrata in vigore del decreto Monti con la spending rewiew – chiarisce Venturino – tutti i capigruppo, compreso Cancelleri, disponevano direttamente del 10% sull’intera somma che l’Assemblea trasferiva ad ogni gruppo parlamentare. Come non sarà sfuggito all’ormai esperto capogruppo Cancelleri, con l’applicazione del decreto Monti, abbiamo imposto un drastico abbattimento dei trasferimenti ai gruppi, oltre che una diminuzione di tutte le indennità di carica a partire dal presidente sino ad arrivare ai segretari. Per garantire comunque ai capigruppo la possibilità di espletare le proprie funzioni, in sintonia con quanto adottato in diversi consigli regionali, ed in considerazione del fatto che i capigruppo, come lo stesso Cancelleri dice, ricoprono “<em>una posizione politica e un peso lavorativo maggiore rispetto agli altri</em>”, l’Assemblea attribuirà direttamente agli stessi una indennità di carica di 1.160,00 € senza quindi gravare sul bilancio dei gruppi. È chiaro che l’intento dei 5 Stelle è quello di fomentare l’opinione pubblica contro le istituzioni in generale ed in particolare contro questo ufficio di presidenza. Ricordo che cittadini potranno senza alcun filtro da parte del movimento 5 Stelle, consultare l’apposita pagina <a href="http://www.ars.sicilia.it/" target="_blank">www.ars.sicilia.it</a> alla voce AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE dove a breve gli uffici dell’Ars – conclude Venturino- aggiorneranno tutti i dati relativi all’Assemblea Regionale Siciliana”. 

Leave a comment

Rispondi