Sicilia: Ispettori del ministero della Salute, vaccinazioni con AstraZeneca sotto esame. Conclusa autopsia su Stefano Paternò. Altri esami

Sicilia: Ispettori del ministero della Salute, vaccinazioni con AstraZeneca sotto esame.  Conclusa autopsia su Stefano Paternò. Altri esami

Sono da oggi in Sicilia gli ispettori del ministero della Salute incaricati di eseguire verifiche sulla morte del sottufficiale della Marina militare Stefano Paternò, 43 anni, deceduto a Misterbianco nel Catanese. Il giorno prima si era sottoposto alla prima dose di vaccino AstraZeneca. Gli ispettori si recheranno, prima al 118 di Catania, poi alla Asp di Siracusa, quindi alla base di Augusta. In valutazione ci sono anche altre possibili tappe. Diventano quattro i casi sospetti di reazione al vaccino di AstraZeneca.

Si è conclusa dopo oltre tre ore, nell’obitorio dell’ospedale Cannizzaro di Catania, la prima parte dell’autopsia sulla salma del sottufficiale della Marina militare Stefano Paternò di 43 anni,  nella sua abitazione a Misterbianco, dopo avere avuto somministrato ad Augusta la prima dose di vaccino Astrazeneca, il cui lotto è stato ritirato in via precauzionale dall’Aifa. E’ stato un primo step che, al momento, secondo quanto riferito da più fonti, non ha fornito alcuna risposta ai quesiti posti. Altri esami saranno eseguiti la prossima settimana. All’autopsia, oltre ai periti nominati dalla Procura di Siracusa e ai consulenti dei quattro indagati e della parte lesa, era presente anche il Pm Gaetano Bono, che insieme con il procuratore Sabrina Gambino coordina l’inchiesta. Le indagini sono state delegate ai carabinieri del Nas di Catania