Sciacca. Scoperta “casa delle armi”: arrestato cinquantenne

Sciacca. Scoperta “casa delle armi”: arrestato cinquantenne

Un uomo di Sciacca L. A. 50 anni  è finito in manette. Dodici armi da fuoco tra pistole e fucili, ventisei armi bianche (principalmente pugnali) e oltre 1800 munizioni di vario calibro. Blitz congiunto della Polizia di Stato di Sciacca e dei militari della Guardia di Finanza che hanno scoperto una vera e propria casa-museo delle armi. L’uomo  in due distinte abitazioni (a Sciacca e Contessa Entellina) deteneva armi e munizioni mai denunciate. Il 50enne aveva un regolare permesso per la detenzione di 180 armi di cui faceva collezione ma  in seguito ad ulteriori accertamenti sono “spuntate” quelle mai dichiarate. Durante il blitz le forze dell’ordine hanno anche rinvenuto 70 preziosi reperti archeologici che sono stati sequestrati e inviati alla Soprintendenza per gli accertamenti del caso su datazione e valore. L’uomo è stato prima sottoposto agli arresti domiciliari e, dopo l’udienza di convalida svoltasi in mattinata presso il Tribunale di Termini Imerese, all’obbligo di dimora presso la città di Sciacca. L’operazione congiunta è stata condotta dal nuovo dirigente del commissariato di Sciacca, Salvatore Siragusa, e dal capitano della Guardia di Finanza, Giorgio Iozzia.