San Cataldo scende in piazza per manifestare contro il caro tasse e l'economia bloccata

San Cataldo scenderà in piazza il 4 febbraio per manifestare contro il caro tasse e l’economia bloccata, il servizio della mensa dei poveri, il lavoro assente e i tanti giovani che vanno via perché a San Cataldo, non vedono futuro. Ultimo, ma non per importanza, verrà chiesta maggiore chiarezza sul servizio della nettezza urbana.
Sono diversi i punti che muovono i Sancataldesi a voler scendere in piazza, a seguito del commissariamento della città e il conseguente blocco dell’economia Sancataldese. Sicuramente lo scenario che si prospettava non era dei migliori ma la situazione che si vive nella città di San Cataldo è diventata invivibile.
Per questo Valerio Ferrara, si sta mobilitando per una manifestazione pacifica, che si terrà martedì 4 febbraio, ore 15,  davanti il comune, per dare voce al malessere di tanti. Ferrara lancia l’invito a ciascuno, dichiarando – “So che è difficile metterci la faccia, io comunque vada gliela sto mettendo, perché non ha senso lamentarsi se non trovare delle soluzioni concrete. Invito ciascuno a scendere in piazza martedì 4 febbraio, (davanti il palazzo di città) per dare quando voce alle problematiche che quotidianamente viviamo. Senza colori politici e senza fare di ciò una battaglia politica, ma solo per il benessere della nostra amata San Cataldo”.