San Cataldo. Meetup 5 Stelle e Collettivo Letizia: Baratto amministrativo, approvato dal comune e rimasto sconosciuto

San Cataldo. Meetup 5 Stelle e Collettivo Letizia: Baratto amministrativo, approvato dal comune e rimasto sconosciuto

Nel luglio del 2015 il Meetup San Cataldo 5 Stelle inviò, all’amministrazione pro tempore, una richiesta di attuazione del “Baratto Amministrativo” previsto dall’art. 24 della Legge 164 del 2014. Con nostra grande soddisfazione, dopo la nostra richiesta, viene emanata la delibera di Giunta n. 200 del 15/09/2015 “Applicazione dell’art.124 della legge n.164/2014, per sostegno alle fasce bisognose di contribuenti” con annesso Regolamento Comunale di attuazione del Baratto Amministrativo, e successivamente approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale il 06/11/2015.

Gianfranco Cammarata di Collettivo Letizia “L’attuazione delle disposizioni dell’art. 24 consentirebbe ad una parte di contribuenti che si trovano in difficoltà economiche, di poter assolvere al mancato pagamento dei tributi già scaduti per ripagare l’ente mediante una loro prestazione di pubblica utilità indirizzata agli interventi che l’Amministrazione individui nel territorio comunale.

Tale forma di intervento, denominato “baratto amministrativo”, offre un doppio vantaggio in quanto da un lato, i contribuenti in difficoltà potrebbero assolvere ai propri doveri e dall’altro, il Comune può usufruire di forza lavoro, in un periodo in cui scarseggiano risorse, le assunzioni sono bloccate ed i risparmi e tagli nella gestione amministrativa rendono determinate attività di difficile soddisfacimento.”

“L’attuazione del regolamento del Baratto Amministrativo” commenta Adriano Bella del Meetup San Cataldo 5 Stelle “costituirebbe anche un’opportunità di ridare dignità a chi, per le contingenti e transitorie situazioni di emergenza, è costretto a chiedere frequenti aiuti o diventare frodatore fiscale non colpevole, dando loro la possibilità di mettersi a disposizione della propria comunità e di sentirsi utili a sé stessi e agli altri.

Purtroppo, esaminando il nuovo sito istituzionale del Comune di San Cataldo, non troviamo traccia della sua pubblicazione e questa mancanza non lo rende fruibile a tutti coloro che potrebbero avere un sollievo, in questo periodo difficile di emergenza. Noi ci auguriamo, che tale misura non venga resa disponibile solo a pochi cittadini prescelti, che, a conoscenza già da tempo del regolamento, abbiano l’esclusiva disponibilità di questo vantaggio.”