Rubano auto a Caltanissetta. Grazie al gps sono individuati e bloccati a Buonfornello

Rubano auto a Caltanissetta. Grazie al gps sono individuati e bloccati a Buonfornello

Di Giulio Gaetano CL 28.06.1980
Di Giulio Gaetano CL 28.06.1980
Rubano auto a Caltanissetta. Grazie al gps sono individuati e bloccati a Buonfornello. Tre soggetti arrestati per furto aggravato, due di essi inoltre anche per violazione delle prescrizioni inerenti la sorveglianza speciale e l’obbligo di presentazione alla P.G. Nella mattinata di ieri, verso le 11.30 circa, un 56enne nisseno parcheggiava la propria autovettura Audi A4 Station Wagon in piazza Roma con le chiavi inserite nel cruscotto. Dopo circa dieci minuti, nel tornare a riprenderla, non la trovava più nel luogo dove l’aveva parcheggiata. L’uomo dava subito l’allarme al 113 e la sala operativa della Questura di Caltanissetta, in collaborazione con quella del centro tele allarme dell’assicurazione, individuava l’autovettura – dotata di sistema satellitare gps – presso lo svincolo di ponte cinque archi sulla A19, diretta verso Palermo, avvisando quindi la Polizia Stradale di Buonfornello. Autopattuglie della Polizia Stradale di quell’Ufficio di Polizia, predisponevano quindi mirati posti di blocco presso l’omonimo svincolo autostradale, bloccando il mezzo, poco dopo, con a bordo tre individui, e traendoli in stato di arresto poiché colti nella flagranza del reato di furto aggravato in concorso. Due di essi inoltre erano anche denunciati, uno, per violazione delle prescrizioni inerenti la sorveglianza speciale e, l’altro, per violazione dell’obbligo di presentazione alla P.G. I tre individui erano individuati per tre nisseni: Iannello Marco cl.1978, con pregiudizi di polizia e in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale della pubblica sicurezza; Giannone Giuseppe cl.1980, con pregiudizi di polizia e in atto sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. e Di Giulio Gaetano cl. 1980, con pregiudizi di polizia. Su disposizione del P.M. tutti e tre erano condotti presso il Carcere Cavallacci di Termini Imerese in attesa dell’udienza di convalida della misura precautelare. Stamane il Tribunale di Termini Imerese, nel corso dell’udienza, ha convalidato l’arresto dei tre soggetti, non disponendo però nei loro confronti alcuna misura cautelare e disponendo, inoltre, la trasmissione degli atti presso l’omologo ufficio giudiziario di Caltanissetta, competente territorialmente poiché il furto è avvenuto nel Capoluogo nisseno.
L’autovettura era già stata restituita al legittimo proprietario nella stessa giornata di ieri.