Roma: Manifestazione «Io apro» lancio di petardi e tensione con la polizia per raggiungere Montecitorio bloccata

Roma: Manifestazione «Io apro» lancio di petardi e tensione con la polizia per raggiungere Montecitorio bloccata

Il popolo è stanco e affamato, la polizia compie il proprio dovere e i politici dove sono durante gli scontri? A Roma tafferugli durante la manifestazione organizzata dal movimento “Io Apro” contro le chiusure per Covid-19. Agenti schierati in tenuta antisommossa, manifestazione non autorizzata dalla Questura di Roma, piazza Montecitorio blindata e alcuni manifestanti da piazza San Silvestro, dove si erano radunati tutti, hanno cercato di raggiungere la sede della camera dei deputati. Come la scorsa settimana tra loro sono arrivati anche una cinquantina di militanti di CasaPound. A braccia alzate si sono diretti verso il cordone delle forze dell’ordine, hanno lanciato petardi, fumogeni e bottiglie verso i poliziotti. Contro CasaPound si sono levate le proteste di alcuni ristoratori: “Non siete lavoratori, cosa volete?”, hanno gridato. Dopo gli scontri piazza San Silvestro si è rapidamente svuotata: mentre da una parte le frange più “dure” hanno continuato a cercare di raggiungere il Parlamento, gli altri manifestanti si sono diretti in parte verso piazza del Popolo e in parte hanno sgomberato l’area. . “La protesta continua. Possiamo venire qui anche domani. Non molliamo”. La protesta è stata organizzata dagli esercenti che chiedono la riapertura delle attività commerciali bloccate dall’emergenza Covid.