RISIBIKE: si riparte! Pedalando verso il mare Santa Caterina-Licata  

RISIBIKE: si riparte! Pedalando verso il mare Santa Caterina-Licata  

RISIBIKE: si riparte!

Si è svolta ieri la prima assemblea dei soci della ASD RISIBIKE presieduta da Fabio Fulco con un unico punto all’ordine del giorno: valutazioni in merito alla ripresa di tutte le attività dell’associazione; Risibike, come è noto, ha svolto una importantissima funzione di aggregazione nel passato, divenendo di fatto una delle più floride realtà a livello provinciale per quanto concerne lo sport a livello amatoriale e cicloturistico, ma anche per tutte le attività di beneficienza e quindi nella organizzazione di eventi pubblici a tema oltre che sportivo, anche rivolto al sociale. Dal 2008 al 2015 ha raccolto numerosissime adesioni a livello locale, mettendo “in sella” una vasta rappresentanza di appassionati dai 18 agli 80 anni. Il presidente Fabio Fulco: “il punto di forza della Risibike sta proprio nella sua eterogeneità, posso affermare senza paura di essere smentito che la associazione è lo specchio in scala ridotta della nostra società. Abbiamo avuto un fermo di oltre 5 anni ma la voglia di rimetterci in gioco è stata sempre alta. Con l’incontro di ieri abbiamo notato con grande stupore che la gente, forse per colpa della prigionia cui ci costringe il virus, ha voglia di riprendere in mano la propria vita e di iniziare a fare sport. Per quanto mi riguarda le idee sul da farsi non sono mai venute meno, anzi abbiamo condiviso col gruppo diversi progetti che abbiamo portato in assemblea e che sono stati accolti favorevolmente. Fra queste il progetto di un “pump track” da creare presso il campo sportivo: un circuito di rulli, curve soprelevate e caratteristiche progettate per essere percorse dai ciclisti. Da lì a costituire un vivaio di giovani atleti il passo è breve e stiamo cercando di approfondire passando per la Federazione Ciclistica Italiana con la quale fisseremo un incontro a breve. Insomma, la gente appartenente al “gruppo” non ha mai appeso la bici al chiodo proprio perché la speranza di ripartire con l’associazione è stata sempre viva. Ieri l’enorme partecipazione ne è stata la prova e lo “start” alla ripresa è stato accolto con un applauso finale a conferma dell’enorme entusiasmo. Il tutto si è tenuto nel pieno rispetto delle norme anti-covid e per questo colgo l’occasione per ringraziare l’amministrazione comunale che ci ha consentito di sfruttare i locali dell’ex colonia affinchè lo svolgimento dell’incontro fosse sicuro col rispetto delle dovute distanze interpersonali.” Al momento il consiglio direttivo rimane invariato per il tempo strettamente necessario di organizzare la votazione fissata per il mese di Giugno.