Riesi, fermati tre giovani sorpresi in un capannone

Riesi, fermati tre giovani sorpresi in un capannone

RIESI – I Carabinieri della stazione, durante un servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto in flagranza, per il reato di furto aggravato in concorso, tre giovani, uno dei quali non ancora maggiorenne, sorpresi all’interno di un capannone in contrada “Margio”. Con una cesoia avrebbero tentato di asportare cavi elettrici in rame da un “quadro comando”.  Nei guai sono finiti  Giovanni Di Prima, 30 anni, Gaetano Davide Iannì, 21 anni, entrambi di Mazzarino, e un diciassettenne originario di Caltanissetta. I primi due sono ai domiciliari, l’altro è stato accompagnato al centro di prima accoglienza di via Turati, a Caltanissetta. Segnalati per ricettazione in concorso altri tre giovani, a Gela. Sequestrati 870 chili di cavi elettrici, per un valore di circa 5 mila euro.

Leave a comment

Rispondi