Ribera Zona Rossa: Festa e fuochi d’artificio dopo la messa. Polemica sui social

Ribera Zona Rossa: Festa e fuochi d’artificio dopo la messa. Polemica sui social

A Ribera, zona Rossa dal 23 marzo, è  polemica per alcuni filmati che nelle ultime ore stanno  rimbalzando sui social e su WhatsApp. Le immagini  immortalano la festa con musica diffusa dall’altoparlante della Chiesa madre e fuochi d’artificio. Una scena che non è passata inosservata ai tanti cittadini di Ribera che si sono riversati nelle bacheche social per esprimere tutto il loro dissenso per quanto visto. Questi alcuni commenti: “Non condivido questa immagine soprattutto nei confronti di quella gente che sta rispettando le regole con tristezza e solitudine”. “Per voi non è zona rossa?” “Nessun rispetto per coloro stanno a casa e rispettano le regole e per chi come me ha un’attività chiusa e versa in grave difficoltà economica. Vergogna”. Il sindaco di Ribera, Matteo Ruvolo, proprio questa mattina aveva rivolto un messaggio alla città definendo i festeggiamenti di Pasqua “sottotono a causa della pandemia e dei numeri”.  Il primo cittadino  questa mattina  ha preso parte alla Santa Messa pasquale, in Cattedrale, venendo poi accerchiato all’uscita da un gruppo di fedeli proprio mentre venivano fatti esplodere alcuni mortaretti. Ribera, è il terzo comune in provincia di Agrigento per attuali positivi e rimarrà in zona rossa fino al 6 aprile.