Raffica di multe ad Agrigento: Festa privata di professionisti, chiusi locali, violazioni coprifuoco e spostastamenti

Raffica di multe ad Agrigento: Festa privata di professionisti, chiusi locali, violazioni coprifuoco e spostastamenti

I poliziotti della sezione Volanti della Questura di Agrigento hanno effettuato un controllo, su disposizione della Sala Operativa, in una villa nel quartiere di Villaggio Mosè dove era stata segnalata una festa privata. Giunti sul posto, nei pressi di una villetta, venivano notate otto autovetture  parcheggiate nelle adiacenze; inoltre dalla stessa, illuminata  perveniva  musica ad alto volume e vocio di persone.

Gli agenti decidevano di effettuare un controllo all’interno. Nella circostanza, gli operatori facevano accesso all’interno rilevando che vi era una festa in atto, con bottiglie di vino, piatti da portata e barbecue, veniva rilevata la presenza di una dozzina di persone e si accertava che gli stessi, professionisti dell’agrigentino non conviventi tra loro, incuranti delle vigenti normative anticovid erano intenti a consumare cibo e bevande.  Si procedeva, pertanto, all’identificazione dei presenti  e all’elevazione di  sanzioni.

La Squadra Amministrativa della Polizia di Agrigento, nel corso di mirati servizi disposti dal Questore Rosa Maria Iraci, ha eseguito la chiusura di due locali nel quartiere balneare di San Leone nel pomeriggio dell’8 maggio. Nella circostanza riscontrava che i titolari di due attività commerciali non assicuravano lo svolgimento in condizioni di sicurezza. Nella circostanza riscontrava che i titolari di due attività commerciali non assicuravano lo svolgimento in condizioni di sicurezza. Nello specifico all’interno di un bar, nonostante il cartello di affluenza massima, posto all’esterno del locale, riportasse il numero di 6 persone, il titolare ne consentiva l’accesso a 21 (ventuno) avventori, in violazione alle disposizioni per il contenimento dell’epidemia da Covid-19 in “Area Arancione” e pertanto si procedeva ad elevare il  verbale di contestazione di illecito amministrativo in violazine della vigente normativa ed applicata la sanzione accessoria della chiusura provvisoria di giorni 3. Nella stessa serata, sempre in quella località balneare, effettuava un secondo controllo presso un’altro esercizio pubblico di somministrazione di alimenti e bevande  (ristorante pizzeria) e riscontrava che il titolare non ottemperava  a porre all’ingresso del locale pubblico il cartello riportante il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente all’interno e che nella circostanza erano presenti di  18 avventori. Al titolare veniva contestato l’illecito amministrativo ed applicata la sanzione accessoria della chiusura provvisoria di giorni 3.

Gli agenti della sezione Volanti della Questura di Agrigento hanno sanzionato quattro persone di Raffadali sorpresi a circolare ad Agrigento, senza giustificato motivo,  fuori dal territorio del proprio Comune di residenza. Per loro è scattata la sanzione di 400 euro. 

Due extracomunitari sono stati denunciati, per resistenza a pubblico ufficiale e ubriachezza molesta, e sanzionati per le violazioni delle norme anticovid dagli agenti della sezione Volanti della Questura di Agrigento. I poliziotti li hanno sorpresi ubriachi, e dopo le ventidue (orario del coprifuoco), davanti la stazione centrale di Agrigento. Nei loro confronti è stato anche applicato il Daspo Urbano con l’ordine di allontanamento.