Raffadali, sindaco: “Ringrazio artigiano che ha lavorato di notte per mettere in funzione i riscaldamenti nelle scuole”

Raffadali, sindaco: “Ringrazio artigiano che ha lavorato di notte per mettere in funzione i riscaldamenti nelle scuole”

Il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro, dichiara:”La situazione sanitaria nel nostro paese migliora, nel senso che molti raffadalesi contagiati si sono negativizzati e siamo a quota 10 positivi asintomatici, e nessun ricovero ospedaliero. A tutti quelli che mi chiedono perché ho riaperto la scuola rispondo che non è stata una scelta mia, c’è un DPCM in atto, c’è un ministro che pretende la riapertura, c’ è una sentenza del TAR e una circolare dell’assessore regionale alla sanità in concerto con l’assessore regionale alla pubblica istruzione che ci impone, in presenza di un dato epidemiologico basso come quello che abbiamo a Raffadali,  il divieto di emettere ordinanze di chiusura degli istituti scolastici. Devo ringraziare un artigiano di Raffadali che ha lavorato fino alla mezzanotte di ieri affinché oggi si riattivassero i riscaldamenti nelle scuole, non sono stato informato tempestivamente dei problemi all’impianto quindi purtroppo il primo giorno di lezione in presenza non è stato proprio un “bentornati” per i nostri ragazzi, e di questo mi scuso. Mi scuso anche con tutti quelli che mi hanno chiamato per avere notizie di mio fratello Totó. Volevo rassicurarvi che non è in rianimazione, sta lottando contro questo virus e prego e spero che torni presto alla sua vita e alla sua famiglia che lo aspetta a braccia aperte.”