Progetto "In salute giocando"

Progetto "In salute giocando"

Si è conclusa la prima annualità del progetto “In salute giocando”, cui ha concorso – attraverso un protocollo di intesa firmato a dicembre 2015 – anche l’Amministrazione comunale di Caltanissetta, per il tramite dell’assessore Marina Castiglione e con il sostegno del Corpo di Polizia Municipale.

Il progetto, rivolto a docenti, famiglie e alunni e nato all’interno della pianificazione didattica dell’Istituto comprensivo Lombardo Radice, dirigente Bernarda Ginevra, ha coinvolto anche l’A.S.P., il Cefpas, il C.O.N.I., l’Associazione Italiana Celiachia (AIC) e l’A.S.D. “KOALA 2000 CL”.

Il progetto è partito dalla somministrazione di questionari sugli stili alimentari e le abitudini di movimento, e sulla scorta dei risultati si sono promosse attività specifiche. Ad esempio l’AIC si è curata di costruire in classe un processo sull’educazione alimentare, consegnando infine giochi didattici sulla diversità delle abitudini alimentari, anche in senso interculturale. Da marzo sotto il coordinamento della prof.ssa Maria Assunta Scibetta, i piccoli delle classi prima, seconda e terza sono stati coinvolti in laboratori di preparazione di una colazione salutare ed adeguata e, durante la pausa ricreativa, hanno sviluppato l’attività “1000 passi al giorno”, svolta all’interno del perimetro scolastico. A seguito di questi interventi di coinvolgimento attivo e consapevole, nell’ultima settimana di scuola i bambini, con l’aiuto del personale della Polizia Municipale, sotto la guida dell’Isp. Massimo Mastrosimone, sono stati guidati per imparare ad affrontare in sicurezza il tragitto casa-scuola: “Pedibus per le terze classi”.

Il progetto si è chiuso giorno 1 giugno con una passeggiata festosa che si è snodata dalla sede della scuola elementare di Piazza Martiri d’Ungheria sino alla Villa Cordova, dove i bambini hanno potuto godere di giochi all’aperto e di una sana merenda preparata dalle mamme. Un momento di gioia e di riappropriazione di uno spazio che è stato scelto appositamente per farlo conoscere ed apprezzare.

Alla fine del percorso si è potuto rilevare la riuscita della partnership, grazie ad un approccio metodologico che vede gli adulti e le istituzioni collaborare per sviluppare un corretto stile di vita per i più piccoli.