Procura di Agrigento apre inchiesta sui furbetti del vaccino

Procura di Agrigento apre inchiesta sui furbetti del vaccino

La Procura di Agrigento, in seguito all’arrivo di numerosi esposti, apre un’inchiesta per vederci chiaro su presunti vaccini anti covid a chi non aveva diritto e a file saltare. Allo stato attuale non figurano persone indagate ma la Squadra Mobile di Agrigento, guidata dal vicequestore aggiunto Giovanni Minardi, ha avviato una serie di accertamenti convocando in questi giorni soggetti nelle vesti di persone informate sui fatti. L’indagine muove i primi passi ma non sarà un lavoro facile per gli inquirenti anche per le non sempre chiare direttive sui vaccini. Sotto la lente di ingrandimento sarebbero finite alcune inoculazioni effettuate all’Hub del Palacongressi. L’inchiesta, come detto, non vede al momento persone indagate ma potrebbe ipotizzare due tipologie di reato: l’abuso di ufficio, qualora qualcuno pur avendo diritto al vaccino avesse saltato la fila, o il peculato che invece si configurerebbe qualora un soggetto si fosse vaccinato non avendone diritto.