Pro Nissa padrona assoluta della classifica, asfalta il malcapitato Patinicaudace per 9 a 2

La Pro Nissa supera con un netto 9 a 2 il malcapitato Partinicaudace ed ottiene l’undicesima vittoria in altrettante gare disputate; Una gara a senso unico con i nisseni padroni assoluti del campo e del gioco. I biancorossi reduci della brillante vittoria in Coppa, con l’unico assente capitan Graef, rientrato per qualche settimana in Brasile, dopo una prima fase di studio vanno subito avanti già al 4’ con Lo Bongiorno, autentico match winner, che con una staffilata da lontano non dà scampo al portiere; Un minuto dopo ci prova Borges che chiude di poco a alto una bella giocata con il compagno Lo Bongiorno. Al 7’ è Colore che va vicinissimo alla rete ma la conclusione piazzata termina di un soffio a lato. I nisseni arrivano da ogni parte del campo e con grande facilità sotto porta, gli ospiti non riescono a rispondere facendo enorme fatica a superare la metà campo. Al 9’ arriva il raddoppio, sponda di Borges per Colore che tutto solo da due passi spinge in rete. Al minuto 11’ La Malfa, ottima la sua prestazione che si ripete dopo quella di Coppa, vicino alla rete ma la sfera scheggia la traversa negando così la gioia del gol; Al 17’ arriva la terza rete con Lo Bongiorno, autentico baluardo per la retroguardia ospite, conclusione millimetrica che termina la sua corsa all’incrocio dei pali. Al 20’ nel l’unica sortita offensiva degli avversari arriva la rete del 3 a 1, conclusione da fuori non irresistibile Avanzato non riesce ad afferrare la sfera che termina sui piedi di Giangrande che deposita alle spalle del portiere. La Pro Nissa per nulla doma due minuti dopo cala il poker con Borges che, di tacco da due passi dalla porta, mette la palla in rete. Alla ripresa il copione è identico al primo tempo, netta supremazia dei nisseni che si scontra con una volenterosa azione di contrasto da parte degli ospiti. Al 5’ arriva la rete ancora una volta di Lo Bongiorno, conclusione da posizione defilata palla in rete. Al 7’ a mettere la sua firma sul taccuino è De Agostini. Al 10 conclusione ospite da due passi ma Avanzato totalmente inoperoso respinge la sfera compiendo un autentico miracolo. Capovolgimento di fronte ed è settima rete per i biancorossi, stavolta con Mosca, che supera il portiere con un dribbling e appoggia in rete indisturbato. Arriva la girandola dei cambi, e a fare il debutto in campionato è il secondo portiere Di Proietto, buona la sua prova con alcuni interventi che gli consentono di scrollarsi di dosso la tensione del debutto. Al 14’ arriva la seconda rete ospite ancora una volta con Giangrande autore di una doppietta. Al 18’ la rete di capitan Marino che festeggia nel migliore dei modi il suo compleanno. A chiudere la contesa la rete del capocannoniere del torneo il “carioca” Borges che arriva così a quota 21. Triplice fischio ed applausi del folto pubblico presente sempre più convinto della forza di questo gruppo che partita dopo partita da segnali di grande crescita. Da segnalare una nutrita presenza di supporter con tamburi e striscioni che hanno fatto sentire il loro incitamento riscaldando il Pala Milan. Adesso testa al recupero di campionato contro il Palermo calcio a 5 previsto per giovedì sera. Bisogna dare la stoccata decisiva per allungare sulle dirette inseguitrici.