Pro Nissa, i ragazzi di mister Tarantino parecchio sfortunati non vanno oltre il pari. Martedì a Cosenza per giocarsi l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia

Pro Nissa, i ragazzi di mister Tarantino parecchio sfortunati non vanno oltre il pari. Martedì a Cosenza per giocarsi l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia

Termina con il risultato di parità 4 a 4 la gara tra Pro Nissa e Arcobaleno Ispica. Si sapeva già dalla vigilia che non sarebbe stata una passeggiata e così è stato. Nisseni parecchio sfortunati, sono ben otto i legni colpiti tra pali e traverse; Alla sfortuna si aggiunge la bravura del portiere ospite, un 2001 di grande prospettiva che ha parato praticamente di tutto risultando alla fine il migliore in campo. Andando alla cronaca già al 2’ occasione ghiotta nei piedi di capitan Marino che a porta vuota colpisce con sufficienza la sfera che si stampa clamorosamente sul palo. Un minuto dopo ci prova Tubau conclusione da fuori palla deviata in angolo dal portiere. Al 6’ ancora il brasiliano dall’altra parte del campo, ancora una volta l’estremo difensore ospite nega la gioia del gol; La Pro Nissa padrona del campo. Al 7’ci prova Furno, supera l’avversario in velocità conclude sul primo palo ma il portiere in presa bassa neutralizza in angolo; Al 8’ schema su calcio di punizione e nisseni vicinissimi alla rete ma la sfera viene deviata sulla linea di porta. Al 12’ arriva l’inaspettato vantaggio ospite, errore in disimpegno a centrocampo ripartenza rapida e palla in rete. Pro Nissa, i ragazzi di mister Tarantino parecchio sfortunati non vanno oltre il pari. Martedì a Cosenza per giocarsi l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia. non demordono si portano avanti, ci prova Torres conclusione morbida con la pianta del piede ma palla carica di effetto si stampa sulla traversa. Poco dopo arriva un altro legno, su conclusione di Tubau, a negare la gioia del meritato pareggio. Assedio nisseni nella meta campo ospite ma la palla non vuole sapere di entrare; Ci prova anche Rafinha conclusione a botta sicura palla deviata ancora dal portiere. Al 15’ arriva il pari con Furno, lob delizioso a scavalcare il portiere e palla in rete; Al 16’ Mosca vicini alla rete, la conclusione viene neutralizzata in angolo sempre dal portiere ; Al 17’ ancora un altro errore dei nostri, Mosca appoggia male di sponda sul compagno, ripartenza ospite e palla in rete. Ispica nuovamente in vantaggio. I giallorossi subiscono il contraccolpo e gli ospiti ne approfittano ma Lo Pinzino si fa trovare pronto e chiude bene sulla conclusione ravvicinata di Di Benedetto. A pochi minuti al fischio della sirena, Tubau vicino alla rete,assist di Rafinha in area ma il giovane carioca da due passi non trova il tapin vincente. A 30 secondi dalla fine arriva il meritato pareggio con Rafinha che di potenza stavolta trova il varco giusto per superare l’estremo difensore ospite.Nella ripresa il copione è sempre lo stesso, nisseni padroni del campo e avversari che provano a giocare in ripartenza sfruttando gli errori avversari. Al 2’ ancora un altro legno con Rafinha che colpisce la traversa da posizione favorevole; Al 4’ la traversa nega gioia del gol a Tubau; Al 6’ disattenzione difensiva dei nisseni, ne approfitta l’Ispica che con grande cinismo ottiene il vantaggio. Al 13’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo dormita generale e gli ospiti si portano sul 4 a 2. Quando oramai sembrava difficile raddrizzare il risultato, i nisseni hanno un sussulto d’orgoglio, si spingono a testa bassa verso la meta campo ospite; Tarantino tenta a 4 minuti dalla fine il tutto per tutto con il quinto di movimento e Torres, non al meglio per una distorsione rimediata nel corso della gara, trova il varco giusto per accorciare le distanze. Al 17’ c’è tempo per un altro legno con Rafinha; Ma al 18’arriva la rete del pari con il tiro libero realizzato dallo stesso brasiliano. Capitan Marino e compagni credono nella vittoria, si buttano a capofitto verso l’area avversaria e a 10 secondi c’è tempo per l’ultima occasione colossale nei piedi di La Rosa che a tu per tu con il portiere si fa ipnotizzare sciupando la possibile rete della vittoria. Termina così la partita tra gli applausi del pubblico; ai ragazzi non si può imputare nulla, la sfortuna e la bravura del portiere ospite sono stati per certi versi determinanti per l’inerzia della gara. C’è la consapevolezza che si sta attraversando un periodo non facile,ma il bel gioco e le occasioni non mancano. Basterebbe poco per riprendere la strada giusta; Ci vuole adesso la serenità e forse maggiore autostima per ritornare ai vecchi fasti. Adesso testa alla trasferta di martedì a Cosenza per la gara secca di Coppa Italia, bisogna fare i conti con gli infortuni e alcuni giocatori non al meglio ma la possibilità di passare il turno ed accedere alla Final Eight è alla nostra portata.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Friends link: Windows-7-Ultimate-key Windows-7-Ultimate-key-sale Windows-7-Ultimate-key-online-sale buy-Windows-7-Ultimate-key windows-7-professional-key purchase-windows-7-professional-key windows-7-professional-key-sale windows-7-professional-key-cheap windows-7-professional-key-shop-online buy-windows-7-professional-key
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com