Presidio all'ospedale di Niscemi

Presidio all'ospedale di Niscemi

NISCEMI – Terza giornata di digiuno da parte del sindaco Francesco La Rosa, che affiancato da assessori, consiglieri comunali, dalla Cgil e dalla Cisl sanità, dal Nursind (sindacato delle professioni infermieristiche), da associazioni di volontariato e liberi cittadini, continua ad attuare il presidio permanente dell’ospedale “Suor Cecilia Basarocco” di Niscemi, lasciato in gravissima carenza di organico medico, infermieristico ed ausiliario e con i posti letto delle Unità operative di chirurgia e medicina tutti occupati di pazienti ricoverati che necessitano di assistenza sanitaria". E’ quanto si legge in una nota diffusa dal Comune di Niscemi. Difficile per i soli 4 medici attualmente in servizio in tutto il nosocomio niscemese e per gli infermieri sottodimensionati organicamente, a fronte di una popolazione di 27 mila abitanti, garantire 24 ore su 24 i turni di guardia sia al pronto soccorso che il servizio in corsia. Una situazione che perdura dal 22 dicembre scorso", si evidenzia nel documento..

Leave a comment

Rispondi