Prefettura: protocollo d’intesa per la demolizione congiunta di immobili abusivi

Il Palazzo del Governo di Caltanissetta, ha costituito la cornice di una riunione volta a definire un Protocollo d’intesa per la demolizione di immobili abusivi da firmarsi tra la Procura Generale ed alcuni Comuni della provincia (Caltanissetta, Butera, Gela, Mazzarino, Niscemi) e tra i Procuratori distrettuali ed i citati Comuni.
La volontà delle Istituzioni tutte è quella di ripristinare la legalità mediante un’opera congiunta fra l’Autorità Giudiziaria e le Amministrazioni Locali.
Nel corso dell’incontro sono stati analizzati i dati riguardanti il fenomeno dell’abusivismo edilizio nel territorio della provincia: al riguardo, si sono conteggiati gli immobili gravati da ordine di demolizione stabilito con sentenza passata in giudicato.
Le maggiori criticità sono emerse nel Comune di Gela ma anche in altri Comuni della provincia nissena il fenomeno è presente.
Successivamente alla stipula dei Protocolli, che avverrà nella cornice istituzionale della Prefettura, sarà istituita una cabina di regia che possa definire una graduatoria degli interventi ed un monitoraggio degli stessi.
La definizione dell’ordine degli interventi sarà effettuata con la metodologia prevista dal Protocollo stesso che individua delle “fasce d’intervento”, tenendo conto, all’interno di ciascuna di esse, di taluni criteri di priorità quali, ad esempio, immobili insistenti su aree demaniali, immobili pericolosi per la pubblica e privata incolumità oppure immobili nella disponibilità di soggetti condannati per reati gravi.
In virtù di tale Protocollo, le Amministrazioni Locali si impegneranno a procedere alla demolizione, anche per conto dell’Autorità Giudiziaria, ed al reperimento fondi per lo svolgimento dell’abbattimento dei manufatti abusivi.