Portabici per auto: come trovare modelli economici di qualità online

Portabici per auto: come trovare modelli economici di qualità online

La passione per la bicicletta spesso va a cozzare contro un piccolo, grande ostacolo: la possibilità di portare con sé il proprio veicolo. A prescindere dal modello infatti, una bici difficilmente può venire caricata dentro una vettura standard: un problema che diventa quasi irrisolvibile nel caso in cui i modelli a bordo diventino due o ancora di più. Detto questo, gli amanti di gite ed escursioni su due ruote non devono certamente disperare.
Al giorno d’oggi infatti esiste un accessorio pensato proprio per ovviare a questo tipo di esigenze, noto con il nome di “portabici”: una struttura che tendenzialmente può venire alla stragrande maggioranza delle auto attualmente sul mercato e che consente di agganciare una o più biciclette, in modo tale da poterle portare sempre con sé. Ne esistono di diverse tipologie come, ad esempio, i portabici per auto economici prodotti validi che hanno prezzi accessibili. Per trovare i migliori, è possibile visitare il portale Portabici.pro che offre classifiche, approfondimenti e recensioni delle proposte presenti sul mercato.

Categorie di portabici

Iniziamo dai fondamentali, ovvero dalle tre principali macro-categorie di portabici attualmente presenti sul mercato. Di base un portabici è un binario in cui sarà possibile incastrare la ruota di una bicicletta attraverso una morsa. Un binario che però può venire installato in tante diverse parti dell’automobile, a partire dal suo tettino. I portabici per tetto sono sicuramente tra i più apprezzati e presentano diversi vantaggi: uno su tutto la possibilità di lasciare libero accesso a tante aree vitali di una vettura, come ad esempio il portabagagli, le portiere e via dicendo.
Un portabici per tetto lascia la visuale di guida totalmente libera ed inoltre può venire lasciato montato sull’automobile anche nel momento in cui si andranno a togliere le biciclette. Chiunque non voglia limitare troppo l’aerodinamicità del proprio mezzo (andando di conseguenza ad aumentare i consumi di carburante) può optare per un altro tipo di soluzione, ovvero il portabici attaccabile al gancio di traino: una struttura che, ovviamente, potrà venire utilizzata anche per trasportare altro materiale e che, tra l’altro, è sicuramente meno faticosa da caricare e scaricare.
Il prezzo da pagare per questo tipo di proposta è una palese riduzione della visuale dallo specchietto retrovisore: lo stesso tipo di limite che caratterizza anche il portabici per portellone dell’auto. Quest’ultima macrocategoria di portabici è però quella maggiormente adattabile ai vari modelli di vettura in circolazione, visto che verrà montato semplicemente attraverso dei ganci da inserire in delle fessure. Va infine sottolineato che per caricare una o più biciclette su questo tipo di struttura sarà necessario dotare la propria vettura di un cartello per carichi sporgenti (pena multe salate!).

Come scegliere il proprio portabici

La descrizione di cui sopra aiuta a capire che, a conti fatti, non esiste una categoria di portabici migliore delle altre a prescindere. Tutto sta infatti nell’individuare il modello e il prodotto più adatto alle proprie personalissime esigenze. Oltre alle diverse tipologie già analizzate, la scelta può venire effettuata seguendo alcuni criteri fondamentali quali ad esempio la capacità e/o la portata massima del portabici in questione. E, ancora, è possibile optare per una particolare struttura, così come è possibile prediligere alcuni materiali rispetto ad altri.
Ultima, ma non ultima, la questione economica, visto che i diversi modelli di portabici possono presentare differenze piuttosto marcate dal punto di vista del prezzo. In tal senso si ricordi sempre che i portabici più compatti quasi sempre sono anche quelli più economici: modelli standard, spesso compatibili con tutte le vetture, che però difficilmente consentono di trasportare più di una bicicletta. Al contrario, un classico portabici in acciaio, può permettere di spostare fino a cinque bici contemporaneamente.