Polizia di Stato. Denunciati un maggiorenne e due minorenni per lesioni personali aggravate e rapina

Polizia di Stato. Denunciati un maggiorenne e due minorenni per lesioni personali aggravate e rapina

Donna rapinata sette giorni fa, riconosce per strada i suoi aggressori che la aggrediscono nuovamente.
Nel pomeriggio di ieri 31 marzo, gli agenti della Polizia di Stato della Sezione Volanti intervenivano in questa Via Redentore poiché era stata segnalata la presenza di tre soggetti resisi poco prima autori dell’aggressione a una donna sessantenne.
I poliziotti, giunti sul posto, nei pressi di un supermercato, individuavano un 21enne, con pregiudizi di polizia per i reati di furto, estorsione e maltrattamenti in famiglia, e due minorenni incensurati, una ragazza 16enne e una ragazzo 15enne. Due dei tre soggetti, il maggiorenne e la ragazza, erano stati riconosciuti da una signora 60enne e dal di lei figlio quali gli autori di una rapina subita dalla signora lo scorso 25 marzo.
Infatti, alle 17.00 circa del 25 marzo, in Via Pampillonia la signora fu aggredita con un colpo alla nuca e scippata della propria borsa dalla ragazza 16enni che si diede poi a precipitosa fuga assieme al complice maggiorenne per Via Marrocco. Per tale aggressione la donna, recatasi all’ospedale, fu giudicata guaribile in 30 giorni.
Ieri, nel transitare per via Redentore con il figlio, la donna riconosceva i due soggetti che una settima fa l’aggredirono e le scipparono la borsa dalle mani.
I due soggetti, il maggiorenne e la ragazza minorenne, accompagnati da un altro minore, per tutta risposta alle accuse della donna rispondevano aggredendola nuovamente per poi darsi a precipitosa fuga prima di essere fermati dai poliziotti della Volante e condotti in Questura.
Stamane, in sede di formalizzazione di denuncia, gli aggrediti, donna 60enne e figlio, riconoscevano nei tre individui gli autori dell’aggressione di ieri pomeriggio e per quanto riguarda, il maggiorenne e la ragazza minorenne, anche gli autori della rapina del 25 marzo u.s.
Per i motivi di cui sopra i tre soggetti, dopo le formalità di rito, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica, ordinaria e presso il Tribunale per i minorenni, per i reati di lesioni personali in concorso; l’uomo e la ragazza, inoltre, anche per il reato di rapina aggravata in concorso.