Albanese intimidisce clienti di un pub con una pistola prestata per gioco da un poliziotto penitenziario

Albanese  intimidisce clienti di un pub con una pistola prestata per gioco da un poliziotto penitenziario

Ubriaco intimidisce gli avventori di un pub del centro storico ostentando il calcio di una pistola nella cintola dei pantaloni. Arrestati dalla polizia un albanese 23enne, per porto abusivo di arma da guerra e un poliziotto penitenziario 52enne, detentore della pistola, per cessione di arma da guerra.
Dopo la mezzanotte di ieri, una pattuglia della Polizia di Stato della Sezione Volanti è intervenuta presso un pub del centro storico nisseno, a quell’ora pieno di gente, a seguito di richiesta pervenuta al 113. All’interno del pub era stata segnalata la presenza di un uomo che, ostentando il calcio di una pistola nella cintola dei pantaloni, spaventava gli avventori.
L’uomo, in evidente stato di ubriachezza è stato bloccato e disarmato. Mentre gli agenti procedevano all’identificazione del 23enne, si avvicinava ad essi un 52enne che si qualificava come poliziotto penitenziario, riferendo che la beretta era in sua dotazione e che, solo per qualche minuto e per gioco, era stata ceduta al 23enne, aggiungendo che prima di cedergli l’arma, la stessa era stata privata del caricatore e del munizionamento. Entrambi i soggetti erano condotti in Questura e tratti in arresto poiché colti nella flagranza di reato di porto abusivo di arma da guerra in luogo pubblico, il primo, e per cessione di arma da guerra, il secondo.