Patenti: esami di teoria in autoscuola e prove di guida senza esaminatore a bordo

Patenti: esami di teoria in autoscuola e prove di guida senza esaminatore a bordo

Da domani, 20 maggio 2020,  riaprono le autoscuole, dopo la chiusura imposta dall’emergenza Coronavirus.

Le due clamorose novità decise dal ministero dei Trasporti in vista della riapertura delle autoscuole e degli uffici territoriali della Motorizzazione civile sono: esami di teoria in autoscuola e prova di guida senza esaminatore a bordo.

Di seguito vediamo le norme di comportamento previste dalle linee guida fissate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Esami di teoria anche in autoscuola. La prima e più importante novità è che gli esami di teoria per le patenti A e B, che finora si sono svolti nelle apposite aule informatiche della Motorizzazione civile, potranno svolgersi anche nelle autoscuole con l’utilizzo delle schede cartacee, generate dal sistema informatico del ministero dei Trasporti. Ovviamente le sessioni continueranno a tenersi anche nelle sedi territoriali della motorizzazione sia per i candidati privatisti sia per quelli delle autoscuole non attrezzate. In questi casi, oltre al rispetto dei generali principi di pulizia, delle regole di comportamento e dei dispositivi di protezione individuale, dovranno essere adottate le seguenti misure:
– Limitazione del riempimento delle aule;
– Installazione di schermi parafiato in plexiglass su tre lati delle postazioni d’esame;
– Igienizzazione straordinaria tra ciascun turno d’esame con disinfezione di monitor, scrivanie, eventuali schermi parafiato, maniglie, bagni;
– Differenziazione dei percorsi di ingresso e uscita dall’aula e dall’edificio esami;
– Ove possibile, aggregazione in unico turno (e possibilmente anche unica aula) dei candidati della stessa autoscuola o dello stesso gruppo di autoscuole;
– Comunicazione dell’esito dell’esame solamente per via telematica alle autoscuole e, nel caso di candidati privatisti, all’indirizzo mail comunicato in fase di prenotazione;
– Rendere accessibile esclusivamente sul web (sul portale dell’automobilista) il video di “autoistruzione” oggi proiettato prima dell’inizio della prova d’esame. I candidati dovranno vederlo in autoscuola o sul web (per i candidati privatisti) in modo da ridurre il più possibile la permanenza dei candidati in aula.

Prova di guida senza esaminatore a bordo. Per quanto riguarda le patenti B, invece, l’esame di guida si svolgerà con il solo candidato in auto, cioè senza esaminatore e istruttore a bordo, e in un’area attrezzata e recintata, non su una strada aperta al pubblico. L’esaminatore comunicherà oralmente al candidato le manovre da effettuare. I candidati saranno identificati in un’area aperta nel rispetto del distanziamento sociale fra tutti gli addetti presenti alla seduta (candidati, istruttore ed esaminatore), che dovranno essere dotati di mascherina e guanti. Non è obbligatoria la misurazione della temperatura corporea dei candidati prima delle prove, ma durante l’impiego dell’auto il candidato dovrà indossare una maschera filtrante, visiera o occhiali protettivi, guanti monouso e dovrà lavarsi o igienizzarsi le mani prima di entrare nell’auto. Alla fine di ogni prova d’esame, i candidati dovranno allontanarsi dall’area evitando assembramenti inutili e l’autoscuola a cui “appartiene” ciascun candidato dovrà pulire gli oggetti condivisi. Dopo ogni prova di esame si procederà al ricambio dell’aria dell’autoveicolo per almeno 5 minuti. La prova durerà in totale 25 minuti, di cui al massimo 15 minuti la prova su strada.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: