Nisseno scrive: “Vi racconto il mio calvario all’ospedale Sant’Elia nella speranza che la dirigenza si decida ad ampliare l’organico”

Nisseno scrive: “Vi racconto il mio calvario all’ospedale Sant’Elia nella speranza che la dirigenza si decida ad ampliare l’organico”
“Premessa: Ringrazio tutti i pochi Medici e Paramedici che esercitano la loro  professione presso l’Ospedale  S. Elia di Caltanissetta. Vi racconto in breve la mia  storia nel’interesse di tutti i cittadini , che in futuro potrebbero  avere bisogno  di assistenza  sanitaria presso tale  struttura  Ospedaliera.  Il 9 Agosto ho una  frattura  scomposta del II   metarsale piede  sx. Vengo letteralmente  parcheggiato per 36 ore in pronto  soccorso  in una lettiga  (vedi foto )senza avere impacchi di ghiaccio,  privo di lenzuola o cuscini , in 36 ore  mi  fanno solamente le rx e il tampone.  Mi dicono che non c’e’ posto in Ortopedia e  mi reco a casa … .il 12 agosto  vengo ricoverato ma  il piede era gonfio e tumefatto a causa del mancato ghiaccio e non essendo posizionato in alto in scarico  era impossibile un operazione d’urgenza, cosi passano i giorni ben altri 6 giorni e finalmente in attesa che  un anestesista si liberasse da urgenze  chiamato  a fare il Jolly nei vari  reparti (in tutto l’ospedale  ci sono  solo  2 Anestesisti ! di cui  uno sempre presente  in terapia  intensiva .Nonostante  questa  figura Medica  sia ricercata uno di questi  anestesisti  non ha un contratto  definitivo e sono in attesa di un concorso.
il 17 agosto  vengo  operato  dalle 21  alle 24 da un bravo  e  disponibile  chirurgo che  aveva  gia’ alle spalle ben 14 ore  di sala  operatoria. Ritorno per altri 2 giorni in degenza dove  nel reparto  di ortopedia  servirebbe avere impacchi di ghiaccio , ma la macchina  che crea il ghiaccio e’ rotta da tempo  e mai piu’ ripristinata.  Allora vi  chiederete si ma  sei stato sfortunato, era il periodo  di ferragosto….Chiedendo in giro  questa   problematica esiste da tempo in ogni mese dell’anno , infatti il precedente primario del reparto ha dato le dimissioni. se sei arrivato a leggere  fino a qui ,  vi chiedo per il vostro  bene e quello  dei vostri  cari di  raccogliere  tutti insieme delle firme  da  depositare al direttore dell’Ospedale in modo  da poter  migliorare il servizio di tutti i reparti , ampliare  l’organico  medico e paramedico e lavorare  meglio e in serenita’, in modo che  queste  tristi  e  dolorose  vicende  non si ripetano  più.”