"Nel paese dei balordi" di Josè Trovato

"Nel paese dei balordi" di Josè Trovato

"Nel paese dei balordi", un testo che "analizza l’evoluzione criminale della delinquenza, organizzata e non, nella provincia di Enna, attraverso i personaggi di primo piano, le nuove leve e l’esercito dei balordi di cui sono dotate". L’autore è Josè Trovato (nella foto), giornalista ennese, che spiega: "Racconto la mafia di questi anni dell’entroterra siciliano, i mafiosi e le loro storie”. Attenzioni puntate su storici boss, personaggi meno noti, Cosa nostra provinciale, sulle nuove frontiere della mafia e altro.<br />Josè Trovato scrive anche della Leonforte di fine anni ’90 e della sua convocazione in questura, diversi anni fa, quando apprese di essere nel mirino di Cosa Nostra. “L’entroterra e la provincia di Enna sono zone stupende e composte da tanta gente perbene, che non sono mafiosi e tanto meno dei balordi – evidenzia Trovato, spiegando il titolo del testo – ma oggi qui boss e gregari si avvalgono di un esercito di balordi, pronti a tutto per una manciata di quattrini. Sono l’emblema del malaffare, che purtroppo vince ancora, e troppo spesso, da queste parti”.<br />La presentazione del libro di Trovato è prevista all’auditorium "Falcone e Borsellino" del Palazzo di Giustizia di Enna, venerdì 9 alle 17,30. Interverranno anche il prefetto di Enna, Fernando Guida; il procuratore della Repubblica di Enna, Calogero Ferrotti; il questore di Enna, Ferdinando Guarino; il presidente dell’associazione Antiracket "Giordano" di Gela, Renzo Caponetti; il presidente dell’associazione Antimafia "Fuori dal coro" di Enna, Sandro Immordino. Moderatore Guglielmo Troina, giornalista della Rai.  .

Leave a comment

Rispondi