Naro Antico online

Naro Antico online

 “Naro Antico” è il titolo che il padre cappuccino Saverio (appartenente alla famiglia Bordino e nato nel 1744 a Naro, ove è deceduto nel-1819) ha dato ad uno dei suoi due manoscritti, oggi custoditi nel Fondo Antico “Giovanni Franzini” della Biblioteca “Feliciana”.                                                                            

Questo importante manoscritto è stato trascritto da Ettore Franzini, già docente nell’Istituto Superiore di Giornalismo della Luiss e nell’Università LUMSA, oltre che figlio del bibliotecario ed appassionato di storia patria Giovanni Franzini, cui è stato intestato il ricco e rinomato Fondo Antico della Biblioteca Feliciana.   

Il prof. emerito Ettore Franzini, nel corso di una breve cerimonia, svoltasi nella stessa Biblioteca, ha comunicato al sindaco Mariagrazia Brandara, all’assessore alla cultura dr. Vincenzo Cavaleri e alla bibliotecaria Anna Maria Morello di aver ultimato l’opera di trascrizione del manoscritto di Saverio Cappuccino che si suddivide in due parti: “Apparato” ed “Annali”.

L’ “Apparato” è una sorta di introduzione (appena 80 pagine) che parla di Naro in generale, così come si presentava alla fine del secolo XVIII e, in particolare, sulla conformazione geografica del suo territorio, sul fiume e i suoi affluenti, sui feudi e sulle tenute, sui prodotti agricoli e sull’arte venatoria.

Gli “Annali” spaziano dalla preistoria all’anno 1800, descrivendo gli eventi ritenuti più interessanti e riportando i personaggi che hanno rivestito importanti ruoli sia nell’ambiente religioso che in quello di governo e amministrativo. In essi troviamo anche la notizia secondo cui Naro nel 1234  fu dichiarata Città parlamentare col titolo di “Fulgentissima” da Federico II di Svevia.

Il prof. Franzini ha pure comunicato che la trascrizione dell’“Apparato” del manoscritto “Naro Antico” è già online, raggiungibile all’url:  http://www.ettorefranzini.it/FRASAVERIO/APPARATO/

Entro la fine dell’anno, tutta la trascrizione sarà messa online e sarà presentata ufficialmente nella sede comunale agli studiosi, agli appassionati e a tutta la cittadinanza narese da parte dello stesso Ettore Franzini.

DICHIARAZIONE DEL SINDACO:

         “Il genuino ringraziamento e la forte gratitudine che, unitamente all’assessore alla cultura dr. Vincenzo Cavaleri, abbiamo espresso ad Ettore Franzini è sempre ben poca cosa rispetto all’opera meritoria da egli svolta. Il prof. Franzini ha effettuato la trascrizione senza avere tra le mani il manoscritto, bensì sulla base di fotografie delle pagine riprese dal personale incaricato con mezzi non professionali. Ma il risultato è stato egualmente eccellente, dal momento che Ettore Franzini, Romano d’adozione, resta nel suo intimo un Narese, un vero Narese.  Figlio del bibliotecario che, negli anni settanta del secolo scorso, ha consentito la riapertura della Biblioteca “Feliciana”, egli comincia oggi a fare una donazione splendida e straordinaria alla Città di Naro. Entro la fine dell’anno concluderà l’opera di donazione che costituirà uno dei punti di riferimento più importanti per la storia patria narese”.

 Il Sindaco (on. Maria Grazia E. Brandara)