Musumeci: "Solidarietà a Giorgia Meloni. Preoccupante odio verso donne e la politica"

Musumeci: "Solidarietà a Giorgia Meloni. Preoccupante odio verso donne e la politica"

«Esprimo la più viva solidarietà a Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, per gli squallidi insulti ricevuti. La violenza verbale associata, come in questo caso, a volgarità sessiste è ancora più grave se espressa da chi è invitato ad esprimere la propria opinione in quanto intellettuale di sinistra e docente universitario. In quelle “parole sbagliate”, come vorrebbe liquidarle chi le ha pronunciate, c’è tutto il preoccupante odio che monta, in “rete” e nella società, verso le donne, la politica, le Istituzioni». Lo afferma il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

“Ringrazio il Presidente Mattarella che mi ha telefonato per esprimermi personalmente la sua solidarietà in seguito agli insulti osceni ricevuti. E’ un gesto che ho apprezzato molto, e che ribadisce con fermezza il limite invalicabile, in una democrazia, tra critica e violenza”. Lo scrive in un tweet Giorgia Meloni. In un tweet, il portavoce del presidente della Repubblica, Giovanni Grasso, dal suo account personale e rilanciando le parole di Meloni, sottolinea: “Gli auguri di morte a Liliana Segre che si vaccina. Ora questo qui contro l’on. Meloni. Contro le donne è sempre più facile… Non sarebbe ora di smetterla?”

“‘Vacca’ e ‘scrofa’: siamo increduli che nel 2021 ci si possa esprimere ancora così pubblicamente. Ancora di più che a farlo sia un professore, Giovanni Gozzini, che intervenendo all’emittente Controradio ha insultato e denigrato pesantemente la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni”. Così in una nota il deputato di Fdi Giovanni Donzelli, in relazione a quanto accaduto nel corso della trasmissione ‘Bene bene male male’ del 19 febbraio, mentre Gozzini, storico e docente all’Università di Siena, commentava l’intervento alla Camera di Meloni per la fiducia al nuovo governo.

    “Come al solito – sostiene Donzelli – gli intellettuali di sinistra predicano bene e razzolano male, dimostrandosi buoni a cavalcare le battaglie in difesa delle donne solo a corrente alternata. Chiediamo che l’Università di Siena sospenda il professor Gozzini”.  

Per il fatto di aver usato delle parole sbagliate durante la trasmissione sono a porgere le mie scuse a tutti quanti, a Giorgia Meloni per prima e a tutte le persone che si sono sentite offese”. Così in una nota Giovanni Gozzini, storico e docente all’Università di Siena, in merito a quanto dichiarato.