"Minacce di morte alla madre", fermato un trentanovenne

I carabinieri della Compagnia di Licata hanno tratto in arresto un trentanovenne, già noto alle forze dell’ordine per estorsione e maltrattamenti nei confronti di un familiare, nel caso specifico la madre. Le parole pronunciate all’indirizzo della donna, di 67 anni, sarebbero state gravi a tal punto da procurare ansia e timore in quest’ultima. Dalle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Agrigento, sarebbero emerse le continue richieste di denaro, da parte dell’uomo, a quanto pare per acquistare droga giornalmente. E’ stata la madre a denunciare il caso, dichiarando di essere stata minacciata di morte per l’ennesima volta e di essere stanca di consegnargli denaro, circa 25 euro al giorno. Il trentanovenne è stato rintracciato dai militari dell’Arma e rinchiuso nel carcere di Agrigento, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

[embed_video id=141330]