Mazzarino: riaprono le scuole elementari e prime medie come da ordinanza del Presidente della Regione

Mazzarino: riaprono le scuole elementari e prime medie come da ordinanza del Presidente della Regione

Il sindaco di Mazzarino, Vincenzo Marino, comunica:”Con ordinanza numero 33 del 6 aprile, il presidente della regione siciliana,

in applicazione delle recenti disposizioni nazionali, in tutti i Comuni dell’Isola già dichiarati “zona rossa” , ordina, all’articolo 2, che le attività scolastiche si svolgeranno in presenza fino alla prima media compresa, mentre le altre attività saranno esclusivamente in Dad… Quindi viene superata l’ordinanza numero 30 del primo aprile per il comune di mazzarino. Per quel che riguarda i numeri dei contagi, che a volte possono non  corrispondere con il bollettino quotidiano dell’asp, nessuno è in difetto, né i numeri vengono inventati, semplicemente, ho accesso diretto al portale in quanto medico e quindi, anche se l’Asp, vista magari l’ora tarda non aggiorna, io lo faccio in tempo reale, anche per attenuare l’attesa dei miei concittadini, perché credetemi… Aspettare non è piacevole! Quindi non cerchiamo sempre il marcio in ogni cosa, non  è la situazione adatta per polemizzare… Vi prego… Rispettate chi si trova in questa spiacevole situazione, i giudici stanno nei tribunali… questo per chiarire eventuali polemiche… Dicevo dunque, per quel che riguarda il contagio in città…  Nella giornata di oggi non  registriamo nessun caso ufficiale di positività al covid-19.

Il totale dunque dei casi di positivitá è di 126 soggetti positivi, in isolamento domiciliare obbligatorio, 2 soggetti clinicamente guariti, 4 rimangono invece i soggetti che hanno ricevuto liberatoria da parte dell’asp, avendo superato i 21 giorni, di cui l’ultima settimana senza sintomi. Oltre un centinaio continuano ad essere i soggetti posti in quarantena ed isolamento domiciliare obbligatorio… Vi ripeto di avere rispetto del prossimo, se fate polemica o non rispettate i protocolli, non fate un torto al sindaco, fate un torto a voi stessi ed alla vostra città, io sto cercando di mettere in campo tutto quello che mi è consentito per evitare di far diffondere ulteriormente il contagio, ma se voi non mi aiutate, è come il cane che si morde la coda!  Questa guerra tra poveri non  ci porterà da nessuna parte, non esistono colori politici, solo uniti possiamo vincere!