Mafia. Chiedono il pizzo ad imprenditore, colpo al clan Mazzei

Mafia. Chiedono il pizzo ad imprenditore, colpo al clan Mazzei

Operazione anti-estorsione della polizia tra Adrano e Santa Maria di Licodia contro il clan Mazzei. Agenti della squadra mobile e del commissariato di Adrano hanno arrestato in flagranza Francesco Lombardo, di 44 anni, scoperto mentre ritirava il pizzo di 5 mila euro imposto a un imprenditore quale acconto di una somma di 100 mila euro. L’arresto e’ scattato a seguito di un’indagine gia’ avviata e che, nel breve volgere di poche ore, e’ sfociata nel fermo di altre sei persone: Antonino Bua di 39 anni, Francesco Celeste di 34, Agatino e Cristian Lo Cicero di 40 e 36, Maurizio Montalto di 41 e Sario Scalisi di 24. Pochi giorni dopo altro fermo di Giuseppe Viaggio di 39 e Giuseppe David Costa di 40, che al momento del fermo degli altri indagati non erano reperibili.

Dalle indagini dell’arresto in flagranza, era emerso come Lombardo si stesse apprestando a consegnare la somma agli affiliati del gruppo criminale, e in modo particolare a Cristian Lo Cicero Cristian. Nel mese di dicembre avrebbero piu’ volte ripetuto la richiesta estorsiva minacciando la vittima e la sua famiglia, la cui identita’ non e’ stata diffusa. Minacce seguiti da un’inchiesta della polizia, coordinata da questa Direzione distrettuale antimafia. A tutti gli indagati, anche sulla scorta di dichiarazioni rese da collaboratori di giustizia, e’ stata contestata l’aggravante di avere commesso il fatto quali appartenenti al clan mafioso capeggiato da Lo Cicero Cristian ed operante in Adrano quale articolazione territoriale del clan Mazzei di Catania, al fine di agevolare la medesima associazione mafiosa. Nel corso della perquisizione e’ stata trovata e sequestrata nell’abitazione di Cristian Lo Cicero la somma di 91 mila euro in contante. Il gip ha deciso per tutti la misura cautelare della custodia in carcere.