M5S. Riesi torna in Zona Rossa, il sindaco si dimetta!  

M5S. Riesi torna in Zona Rossa, il sindaco si dimetta!  

Riesi torna in Zona Rossa dal 27 maggio al fino al 3 giugno compreso.  Comunicato condiviso dal gruppo consiliare del M5S e dal gruppo degli “attivisti”, rappresentato  dall’avvocato Marco Ministeri.

Mentre il resto d’Italia torna gradualmente alla vita nella nostra comunità siamo costretti a subire l’ennesimo periodo di pesanti restrizioni che avranno di certo un notevole impatto sulla realtà economica produttiva del territorio ed un effetto devastante sulle coscienze e sul morale dei nostri concittadini.

Il capogruppo in consiglio comunale Giuseppe Ferro dichiara: “Riesi paga a caro prezzo l’inadeguatezza di un’amministrazione che si è dimostrata clamorosamente incapace di gestire il territorio durante le fasi più dure della pandemia. Si tratta dell’ennesimo fallimento, forse il più grave, di una gestione che sta segnando negativamente le sorti del paese e che richiede, oggi più che mai, interventi urgenti e decisioni importanti. Chiediamo che si cominci a pensare da subito a misure per indennizzare le attività che saranno costrette alla chiusura. Ad ogni modo, chiediamo le immediate dimissioni del Sindaco, perché non può sempre essere colpa degli altri.”

La consigliera Comunale Rosi Altovino dichiara: “Quest’amministrazione è la più inadeguata tra quelle viste negli ultimi trent’anni, ed il dramma è che a pagarne le spese sono sempre e solo i cittadini costretti a fare i conti con le clamorose mancanze di chi dovrebbe gestire territorio in momenti importanti come questo. Mentre i paesi limitrofi contano un numero bassissimo di positivi, da noi i contagi non accennano a diminuire e – è giusto dirlo -nulla di incisivo è stato fatto per invertire questa tendenza. Il Sindaco è il Capo della Polizia Urbana ma a Riesi, i controlli, sono pressoché inesistenti. Non si può pretendere che i cittadini risolvano da soli, e con il solo buon senso, tutti i problemi della comunità, altrimenti le istituzioni che paghiamo con le nostre tasse cosa ci stanno a fare! Il sindaco si dimetta!”

La consigliera Santina Sanfilippo dichiara: “Nel suo ultimo videomessaggio il sindaco è apparso stanco, provato quasi arreso. A differenza dei messaggi precedenti, questa volta, era seduto con il corpo pesantemente abbandonato alla spalliera della sua amata poltrona. È evidente che non riesce più a tenere le redini di una realtà che non ha mai controllato piamente, e la zona rossa di oggi è solo la naturale conseguenza di una gestione clamorosamente inadeguata”.

Il portavoce degli attivisti Avv. Marco Ministeri dichiara: “Abbiamo un’amministrazione che è stata puntuale e precisa nel dichiarare il dissesto e nell’aumentare il numero degli assessori, che però non mai è stata in grado di fornire le dovute risposte e garanzie A CHI NON VIVE DI POLITICA: penso ai bar, ristoranti, palestre, negozi ed a tutte le altre categorie che probabilmente dovranno subire quest’ulteriore smacco. Dopo questo ennesimo fallimento, qualcuno dovrebbe dimettersi. Ma non ci aspettiamo nulla di tanto nobile, qui le poltrone non le lasciano: le moltiplicano!”