Licata, cinque arresti per rissa

LICATA – Cinque persone sono state fermate durante la notte dai carabinieri per rissa aggravata. Antonino Manganello, 40 anni, bracciante agricolo, Graziella Ciantia, 35, casalinga, Vincenzo Rannone, disoccupato, 48,  Roberto Rannone, 20, disoccupato e Giuseppina Cammilleri, 46, casalinga, tutti abitanti a Licata. A seguito di richiesta d’intervento in un condominio di via Torregrossa, i carabinieri hanno sorpreso i cinque mentre si colpivano per futili motivi connessi a un presunto rifiuto ad abbassare il volume di uno stereo. Danneggiata anche una Lancia Y. Per tre la prognosi, al pronto soccorso, dai sei ai trenta giorni per traumi riportati in divese parti del corpo. Rito direttissimo per i protagonisti della vicenda. 

Leave a comment

Rispondi