Le dipendenti della refezione scolastica perplesse sulla possibilità di tornare a lavorare

[embed_video id=37458]Monta la rabbia delle lavoratrici addette al servizio di refezione per conto del Comune di Caltanissetta. A seguito dell’assemblea svoltasi nella sede del sindacato UILTuCS, alla presenza del segretario Michelangelo Mazzola e di Angelo Gallo, segretario FISASCAT-CISL, è emerso un atteggiamento di chiusura da parte dell’Amministrazione Ruvolo. I sindacati, in una nota, parlano di “ostinato disinteresse ad attivare un sano confronto con le organizzazioni sindacali per siglare un protocollo d’intesa rivolto alla salvaguardia dell’attività lavorativa delle lavoratrici, il protrarsi dell’uscita del nuovo bando di gara per l’appalto del servizio, le notizie apprese a mezzo stampa di un’imminente ripresa del regolare servizio di refezione”. Punti nodali della trattativa che hanno spinto i sindacati e le lavoratrici ad effettuare un sit-in di protesta ad oltranza davanti al Comune nella giornata di oggi a partire dalle ore 9,30. In seguito al sit-in il sindaco Giovanni ruvolo ha incontrato le dipendenti e i rappresentanti sindacali ed ha assicurato che nel nuovo bando di gara è prevista una clausola in base alla quale la ditta che si aggiudicherà l’appalto dovrà far lavorare tutte le dipendenti