L'associazione Trading Bull Club ed Elementi Design di San Cataldo sigla accordo con un grosso gruppo finanziario australiano.

L'associazione Trading Bull Club ed Elementi Design di San Cataldo sigla accordo con un grosso gruppo finanziario australiano.

L’associazione Trading Bull Club ed Elementi Design di San Cataldo sigla un accordo di partnership ufficiale con un grosso gruppo finanziario australiano, Pepperstone. A darne comunicazione è il gruppo di ricerca e di progettazione: Adriano Nicosia, Juan Carlos Pagano e Fabio Alberto Maira.

L’associazione Trading Bull Club ed Elementi Design, ricordiamo, nasce con lo scopo di promuovere e diffondere la cultura finanziaria nel territorio. Tra le attività associative fortemente valorizzate rientra la consulenza e l’esame di solidità e di autorizzazione dei brokers nel mondo; una valutazione preventiva a difesa degli investitori ingenui, considerata la numerosa presenza di falsi operatori online che coltivano  come scopo solo la truffa.  

Negli ultimi anni il gruppo è stato fortemente impegnato nella progettazione di algoritmi automatici che operano in totale autonomia sui mercati finanziari, in particolare sugli indici europei, inglesi e americani.

Dopo quasi un decennio di studi, test e operatività sui mercati, è venuto fuori un prodotto che fornisce risultati molto soddisfacenti: Ottaviano. Ottaviano è stato definito l’algoritmo pantera che aggredisce i mercati, in forza degli eccellenti risultati prodotti.  

Il broker australiano ha fornito tutto il necessario affinché Ottaviano fosse testato sulle piattaforme proprietarie. Il gruppo ricerca è stato messo in condizioni di testare l’algoritmo attraverso confronti continui con la dirigenza del colosso finanziario che ha fornito anche i preziosi dati storici ufficiali fino a dieci anni.

“Questa partnership – afferma il presidente Adriano Nicosia – ci consente di avere un interlocutore certo e affidabile negli anni. L’associazione Trading Bull Club ed Elementi Design lavora nell’intento di creare una grande comunità di persone, appassionata di finanza e di mercati finanziari, che possa muoversi e trovare assistenza, certezze e giusta informazione, alla pari di un sindacato”.

“La consideriamo una  buona affermazione in un territorio ritenuto difficile per cultura. Abbiamo cercato collaborazioni con le banche locali, ma, ahimè, non abbiamo avuto riscontri adeguati all’idea. Siamo ancora troppo lontani, ma lavoreremo per avvicinare le persone affinché comincino a conoscere bene questo settore per poterne usufruire” afferma il vicepresidente Juan Carlos Pagano.

“L’algoritmo automatico Ottaviano è oggi una buona alternativa agli investimenti o ai depositi bancari infruttiferi e addirittura tassati. L’investitore non deve fare nulla, deve solo installarlo sul proprio conto e controllare i risultati. I risparmi restano sempre nella piena disponibilità del proprietario in ogni momento, senza vincoli. Una buona occasione per tutti”, afferma Fabio Alberto Maira, segretario dell’associazione.