Lampedusa, anniversario 3 ottobre: un video per ricordare la più grave strage di migranti del Mediterraneo

Lampedusa, anniversario 3 ottobre: un video per ricordare la più grave strage di migranti del Mediterraneo

“Il 3 ottobre non è un giorno come tutti gli altri”: un breve video per ricordare ciò che avvenne all’alba del 3 ottobre 2013 quando un’imbarcazione con a bordo circa 500 persone è affondata a poche centinaia di metri dall’isola di Lampedusa. In 368 fra uomini, donne e bambini, hanno perso la vita. È stata la più grave strage di migranti del Mediterraneo.

L’iniziativa è promossa dal Comune di Lampedusa e Linosa, ente capofila del progetto europeo “Snapshots from the Borders”, con il sostegno di UCLG, organizzazione che riunisce le città, i governi locali e le associazioni municipali di tutto il mondo e della quale Il Comune di Lampedusa e Linosa è recentemente entrata a far parte.

Il video rievoca l’immagine di “mare calmo” per ribadire il valore della “memoria collettiva” di quella tragedia e sostenere la campagna “No More Bricks in the Wall” del progetto Snapshots affinché il 3 ottobre diventi “Giornata Europea della Memoria e dell’Accoglienza”.

Infine un “appello” affinché “il Mediterraneo diventi un Mare di Pace”, in linea con il percorso di dialogo internazionale intrapreso dal Comune di Lampedusa e Linosa attraverso l’adesione ad UCLG.

Il video verrà diffuso globalmente attraverso i canali web e social (Facebook, Instagram e Twitter) di Snapshots e di UCLG, ed è stato realizzato in due versioni, in Italiano ed in Inglese, per poter essere condiviso dal maggior numero possibile di utenti, associazioni, enti e media.