La Scat replica al Comune

La Scat replica al Comune

CALTANISSETTA – La Scat ha diffuso una nota dopo quella diffusa dal Comune, evidenziando che "ad oggi l’Amministrazione comunale non sta anticipando alcuna somma ma sta erogando, in ritardo e in minima parte, somme già maturate. Soffermandosi sulla situazione dei lavoratori", che protestano dal 10 febbraio, "disperati per la loro condizione finanziaria personale, nonchè preoccupati per il loro futuro, la Scat sostiene di aver maturato "un credito da corrispettivo contrattuale per servizi resi nel 2012 e nel 2013 di circa 500 mila euro, oltre al corrispettivo relativo al primo trimesttre dell’anno in corso per più di 300 mila euro, per un totale di oltre 800 mila euro". La Scat tiene a precisare, in merito alle somme che l’amministrazione "si accinge a pagare", che "si tratta di un acconto di 100 mila euro sul corrispettivo contrattuale del primo trimestre 2014 già maturato, che metterà la società nella condizione di erogare una delle dieci retribuzioni arretrate ai lavoratori". Infine, la "Scat non ha deciso nessuna sospensione, ma sono i lavoratori che non vogliono lavorare senza essere pagati". L’auspicio della società è che "al più presto l’Amministrazione comunale risponda alla richiesta di riapertura del tavolo tecnico".

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *