Investire in sicurezza: è possibile?

Investire in sicurezza: è possibile?

Sovente l’uomo è ossessionato dall’idea di guadagni facili, veloci e senza rischi. Spesso le persone, subodorando la possibilità di questi profitti facili, si fanno abbindolare ritrovandosi alle prese con truffe o pseudo-tali.

Ebbene, una di queste idee bislacche è sicuramente quella di poter guadagnare “giocando” in borsa senza correre rischi. Al giorno d’oggi, poi, con la possibilità di poter investire grazie alle piattaforme di trading online questo falso mito è stato alimentato anche da leggende metropolitane e broker online non certificati dalla dubbia legalità.

Questo articolo si propone quindi di fare chiarezza riguardo il mondo degli investimenti, online e non, dandovi un’infarinatura riguardo l’argomento facendo in modo così di non incappare in brutte sorprese nel momento in cui si decide di voler investire i propri sudati risparmi in un titolo finanziario.

La borsa valori e la figura del broker: come investire in sicurezza
Per iniziare, è d’obbligo definire cos’è una borsa valori, e per fare ciò ci avvarremo dalla definizione data dall’enciclopedia online della Treccani, la più alta autorità in materia enciclopedica italiana:

“Borsa valori: Mercato regolamentato in cui vengono scambiate, attenendosi alla legge della domanda e dell’offerta, valute estere e titoli mobiliari ammessi alla quotazione, secondo norme che disciplinano ufficialmente tutte le operazioni di negoziazione, i rapporti fra gli operatori e le tipologie contrattuali ammesse. Le regole riguardano i requisiti dei titoli, la fissazione del prezzo, e le modalità di pagamento e di trasferimento del titolo. Le operazioni di acquisto e di vendita sono controllate da un organo di vigilanza che verifica il corretto funzionamento del mercato. In Italia tale organo è la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (➔ CONSOB), fondata nel 1974; fra i suoi compiti vi è anche la definizione del calendario di b., che stabilisce i giorni di chiusura, quelli relativi agli adempimenti di ogni liquidazione e gli orari delle contrattazioni.”

In questo tipo di mercato regolamentato, la figura intermediaria chiave è quella del broker. Esso è una figura personale il cui guadagno è basato sulle operazioni di scambio che eseguirà per conti di terzi (gli investitori, per l’appunto) e che è autorizzato dalle leggi competenti ad operare in Borsa.

Il tipo di investimento più in voga in questo campo è ancora oggi quello degli investimenti diretti, i quali permettono all’investitore di avere –si presume- una voce in capitolo in quanto azionario.

E qui c’è la prima cosa su cui fare attenzione.

Per avere infatti il potere di influenzare l’andamento di una società, bisogna avere un certo peso e aver acquisito uno stock proporzionalmente grande al potere che si desideri. Va da sé che questo richiede un immenso capitale d’entrata che non è alla portata di tutti, quindi bisogna diffidare da chi vi dice il contrario.

Altra cosa su cui fare attenzione è l’andamento del titolo. Infatti, per quanto riguarda gli investimenti diretti ad esempio, essi frutteranno solamente nel momento in cui il titolo avrà un andamento positivo. Nel momento in cui quest’ultimo andrà in negativo, il nostro capitale viene messo a rischio.

Il trading online e i broker online: come investire in sicurezza
Per quanto riguarda il trading online invece, le modalità di investimento presentano delle valide alternative a quelle indicate nel paragrafo precedente. Una metodologia di investimento fortemente in voga ad esempio sulle piattaforme di trading online è quella dei CFD: i cosiddetti “contratti per differenza” infatti ci permetteranno di guadagnare sia che il titolo vada in positivo che in negativo. Ciò lo rende uno strumento estremamente versatile e utile. Esso viene utilizzato, tra le altre cose, anche per le vendite allo scoperto, i quali vengono indicati da molti come uno dei metodi principali per guadagnare velocemente grazie al trading online. Se siete interessati all’argomento, cliccate qui per scoprire che cos’è la vendita allo scoperto.

Detto ciò, bisogna assicurarsi di essere nelle mani di un broker online affidabile per poter investire in tutta sicurezza; questo significa che il broker online deve dimostrare di avere tutte le carte in regola per operare nel nostro territorio, dando la possibilità agli utenti della piattaforma online di controllare coi loro occhi le certificazioni e autorizzazioni del caso come quella CySEC e CONSOB.

Per concludere poi il nostro articolo riguardo gli investimenti in sicurezza, c’è bisogno di evidenziare il rischio intrinseco al “giocare in borsa”: ogni tipo di investimento borsistico, sia che esso sia stato fatto via broker in Borsa o autonomamente su una piattaforma di trading online, è sempre un rischio e non bisogna mai investire più di quanto le nostre finanze ci permettono di fare.