Intervento della polizia per dirimere un conflitto tra due parenti

Intervento della polizia per dirimere un conflitto tra due parenti

Su richiesta di intervento pervenuta ieri su linea 113, gli agenti della sezione Volanti sono intervenuti in contrada Gibil Gabib, per dirimere un conflitto tra due parenti; giunti sul posto prendevano contatti con un allevatore di pecore il quale riferiva che alcune pecore del proprio gregge si trovavano nel recinto dell’allevamento confinante, di proprietà di un suo parente e che questi non gliele riconsegnava. L’’uomo spiegava ai poliziotti che, a seguito di successione testamentaria la proprietà di un allevamento di pecore appartenenti alla stessa azienda, era stata divisa tra due eredi, ma le pecore, ogni volta che sono condotte al pascolo fuori dai recinti delle rispettive proprietà si riuniscono naturalmente nell’originario gregge nel quale sono cresciute e che sono abituate a seguire; questa situazione crea discussioni tra i nuovi proprietari che si trovano nell’impossibilità di gestire l’istinto naturale degli animali.Da ultimo alcune pecore del proprio gregge, dopo una uscita al pascolo, si sono unite all’altro gregge e il suo parente vicino non ha ancora provveduto a restituirgliele.Gli agenti sentivano quindi anche la versione della controparte, la quale confermava che probabilmente alcune pecore del gregge vicino si trovano tra le proprie e che nei prossimi giorni, alla presenza di un operatore dell’associazione allevatori, eseguirà un conteggio delle pecore del proprio gregge, applicando degli orecchini identificativi per meglio riconoscere le proprie negli spostamenti esterni. Calmati gli animi i poliziotti invitavano i due contendenti a risolvere la questione in modo pacifico, rendendoli edotti delle proprie facoltà di legge.