Incontro scolastico sul tema della legalità generale, e del bullismo e cyber-bullismo

Incontro scolastico sul tema della legalità generale, e del bullismo e cyber-bullismo

<em>  Incontro scolastico sul tema della legalità generale, e del bullismo e cyber-bullismo in particolare, rivolto ai giovani adolescenti della scuola secondaria di I° grado “Giovanni Verga”: I poliziotti e l’associazione “L’Aquilone” incontrano i più piccoli, e spiegano loro il fenomeno del bullismo e le nuove insidie del web, il cyber-bullismo”.</em><em>Nel costante rapporto di collaborazione fra la Polizia di Stato di Caltanissetta e le istituzioni scolastiche della provincia di Caltanissetta, per affermare i principi di legalità – fortemente voluto dal Sig. Questore della Provincia di Caltanissetta, dott. Nicastro – i Poliziotti del Commissariato di P.S. della città della SS. Madonna del Bosco – diretti dal Commissario Capo dott. Gabriele Presti – si sono recati nei giorni scorsi presso i locali del dei Plessi “Verga” per incontrare i giovani della scuola primaria delle classi del 2° e 3 della Scuola secondaria di I° grado, Istituto “Giovanni Verga”, per trattare il delicato tema della legalità. </em><em>In particolare, si è svolto il primo incontro d’aula sul tema del bullismo con i numerosissimi studenti delle classi 2 e 3 °; quasi 100 scolari, nelle aule magne dei plessi “Mario Gori” e “Don Milani” hanno ascoltato con grande attenzione ed entusiasmo la lezione d’aula, organizzata dall’associazione L’Aquilone – Associazione Culturale per la tutela dell’Infanzia e dell’Adolescenza – che ha visto la presenza dei poliziotti, e dei referenti dell’Associazione, parlare ai più piccoli sul tema della Legalità, tutti accolti dalla Dirigente Scolastica Prof.ssa </em><em>Anna Maria Conti</em><em>:  il Dott. Gabriele Presti, Dirigente del Commissariato di P.S. di Niscemi e ed i collaboratori Ispettore Capo Pasquale Mastrantonio e l’Assistente Capo Giuseppe Muscia, e la presidente dell’Associazione “L’Aquilone”,  Maria Franca Meli. </em><em>I poliziotti niscemesi, hanno spiegato ai giovani il fenomeno del bullismo, devianza che crea forti disagi alle vittime e  spesso “forma”, con la cultura della prepotenza e della prevaricazione,  il bullo a delinquere ed a porsi in contrasto con le regole della civile convivenza. </em><em>Particolare attenzione è stata data alla spiegazione il fenomeno del cyber bullismo, forma molto insidiosa e pericolosa, attraverso l’espansione dell’uso del web, particolarmente diffuso fra i giovani di quella fascia d’età, che spesso si interfacciano con i vari strumenti che internet offre, come i social network, le chat, i blog, per intessere i loro rapporti con altri giovani.   </em><em>L’evento, ha rappresentato l’occasione per focalizzare l’attenzione verso la cultura della legalità in generale, suscitando il vivo interesse dei ragazzi, oramai adolescenti,  che hanno avuto l’opportunità di un proficuo confronto, permettendo loro di approfondire il complesso tema della legalità, nelle sue sfaccettature che investono ogni singolo aspetto della vita, non solo scolastica, dei più giovani. </em><em>Tutti i relatori hanno sollecitato i ragazzi a rendersi protagonisti nel contrasto ad ogni forma di illegalità e prevaricazione, invitandoli a creare un vero e proprio “gioco di squadra”, proprio perché la sicurezza, bene collettivo per eccellenza, per essere capillare ed effettiva, deve essere partecipata, ovvero necessità l’impegno di tutti gli attori sociali, pubblici, associazioni private, e cittadini. </em><em>L’iniziativa delle lezioni d’aula è inserita nel Protocollo d’Intesa progetto “Percorsi di Crescita nella Legalità” promosso dall’Associazione l’Aquilone e sottoscritto da tutti i Dirigenti Scolastici delle Scuole Primarie, Medie e Istituto Comprensivo di Niscemi e prevede una moltitudine di attività ludiche, di visite didattiche e d’aula, tutte le attività hanno un unico filo conduttore che è quello della crescita nella legalità e nella convivenza civile</em>

Leave a comment

Rispondi